Premier League, Liga, Bundesliga e Ligue 1: focus sul calcio estero con Totalsport

Kagawa sempre più stella a Dortmund: lui Gotze Grosskreutz Kuba e Barrios fanno faville in Bundesliga

PREMIER LEAGUE LIGA BUNDESLIGA LIGUE 1 – Weekend un pò pazzo in Europa: cade in Premier il Chelsea in casa, continua la marcia di Real Madrid e Barcelona nella Liga e del Borussia Dortmund in Bundesliga. Putiferio totale in Ligue 1 dove dal Brest al Lione tutte possono vincere il campionato, distando massimo 3 punti dalla capolista.

In Premier League si è accorciata la vetta, con la clamorosa sconfitta del Chelsea allo Stammford Bridge per opera di un monumentale Sunderland, capace di realizzare 3 gol contro la difesa, finora imperforabile, in casa, di Ancelotti. Ne approfitta in parte lo United che rosicchia un punticino, ma va bene così: contro l’Aston Villa la squadra di Ferguson va sotto 2-0, poi entra Macheda e realizza il gol della speranza prima che Vidic faccia il definitivo 2-2. Chi invece gioisce di tutti i risultati delle sue rivali, compreso il pareggio del City, è l’Arsenal di Wenger che sbanca, sempre con molta fatica, il campo dell’Everton e si porta a -3 dei Blues. In zona Europa League è una bellissima lotta tra il Tottenham, tornato alla vittoria con super Bale, il Sunderland e il Bolton di Coyle, che realizza altri tre gol (mamma mia quello di Elmander!), dopo i quattro della settimana scorsa. In fondo pareggiano quasi tutti e la classifica resta sempre molto corta, anche se West Ham e Wolverhampton cominciano a distare ben 5 punti dalla salvezza.

Nella Liga continua la marcia inarrestabile di Real Madrid e Barcelona: i Blancos battono a fatica lo Sporting Gijon, dopo un assedio di 90 minuti prima della zampata del solito Higuain, mentre i Blaugrana, trascinati da un grande Villa e un superbo Messi, regolano il Villareal di un ottimo Nilmar e lo abbandonano a lottare per il terzo posto. In zona Champions approfittano del ko del Sottomarino Giallo sia Valencia che Siviglia, ora solo a -3 dalla squadra del nostro Giuseppe Rossi. Torna alla vittoria anche l’Atletico Madrid di un ritrovato Diego Forlan che con Espanyol e Athletic Bilbao si lotterà un posto in Europa League. In fondo pesanti ko, più per i punti persi che per i risultati finali, di Saragozza, Almeria e Levante, forse le tre maggiori candidate alla retrocessione, anche se la salvezza dista solo tre punti.

In Bundesliga il Borussia Dortmund non è più la sorpresa, ma è diventata la più seria candidata a portarsi a casa il titolo, anche perchè tutte le sue inseguitrici fanno harakiri e con 7 punti di vantaggio si possono dormire sonno tranquilli. Il Leverkusen è l’unico che, dati alla mano, sta tenendo il passo della capolista, anche se deve recuperare in fretta il pessimo inizio di stagione mentre pare finita la favola del Mainz.Continua invece quella di Friburgo ed Eintracht, in piena lotta Champions, mentre il Bayern lotta con Hannover 96 e Hoffenheim per la zona Europa League, almeno al momento. In fondo vince, finalmente, il Borussia Moenchengladbach mentre Schalke 04 e Stoccarda abbandonano gli ultimi due posti in classifica, anche se la risalita appare più lenta del previsto, nonostante due attacchi che inizino a funzionare.

Nella Ligue 1 la classifica per il titolo è cortissima: 8 squadre in tre punti! Dallo Stade Brest al Lione, passando per Lille, Montpellier, PSG, Rennes, Marsiglia e Bordeaux. A parte l’attuale capolista, finalmente tornano a occupare un posto al sole anche le grandi: il Marsiglia sta trovando continuità di risultati grazie al tridente Remy-Valbuena-Gignac, mentre il Lione sta incassando pochissimi gol e segnandone lo stretto necessario. A complicare la vita alle due big ci sono il PSG, che pare aver imboccato, dopo una miriade di tempo, l’anno buono per portarsi a casa un trofeo e lo spregiudicato Lille. Anche in zona Europa League c’è bagarre con Saint Etienne, Tolosa, Lorient e Auxerre tutte a 18, a -1 dal Lione. Campionato pazzesco e da seguire fino alla fine. Anche in fondo, infatti, c’è un putiferio: a parte l’Arles-Avignon, già con un piede in Ligue 2, dal Nizza al Nancy ci sono 6 squadre che si lottano la permanenza nella massima serie francese.

About Gianmatteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *