Speciale Serie A, 25esima giornata: Matri decide il derby d’Italia, Napoli in paradiso

Alessandro Matri (Getty Images)

di Raffaele Traversetti

SPECIALE SERIE A GIORNATA 25 / ROMA – Il turno di campionato si è aperto con il poker del Milan al Parma (doppietta di Robinho e primo gol rossonero per Cassano) ed il tonfo casalingo della Roma. La capolista torna al successo mettendo in mostra tutto il potenziale offensivo, anche se i ducali allenati da Marino sono apparsi molli e sotto di due reti dopo venti minuti non sono più riusciti a rientrare in partita. Gli attaccanti schierati da Allegri divertono il pubblico di San Siro con triangolazioni e scambi in velocità, con un Ibrahimovic versione assist-man. Al Milan risponde il Napoli, vittorioso all’Olimpico di Roma: i partenopei sono una squadra organizzata, si chiudono bene, ripartono in velocità e colpiscono velenosi come un serpente al momento giusto. Lavezzi abbina forza fisica e tecnica, Hamsik è il collante tra centocampo e attacco, Cavani è il letale terminale offensivo: la continuità di risultati degli uomini di mister Mazzarri è da scudetto, a questo punto del cammino non si può più parlare di piacevole sorpresa, la Milano calcistica è avvisata. Pranzo indigesto per Zamparini: il Palermo due volte in vantaggio con il solito Pastore prima e Nocerino poi, subisce quattro reti dalla Fiorentina dopo averne segnate altrettante contro il Lecce. La qualificazione in Champions sembra un obiettivo troppo ambizioso per i siciliani, che però possono sperare in un posto in Europa League. Lazio e Udinese, al contrario, sono sicuramente più attrezzate, dal punto di vista dell’organico e dell’esperienza, per poter puntare alle posizioni più nobili. Di Natale mette a segno due reti che lo lanciano all’inseguimento di Cavani nella classifica marcatori e confermano come il fantasista campano sia uno dei giocatori più prolifici del campionato italiano (va in doppia cifra dalla stagione 2006-2007). I biancocelesti, dopo un periodo di appannamento e qualche polemica di troppo, hanno ritrovato i 3 punti in trasferta e forse un pò di serenità: manca il bomber da 25/30 gol, ma Edy Reja alternando in avanti i vari Mauri, Zarate, Kozac, Floccari, Hernanes può sopperire alla mancanza del classico rapinatore d’area. Sorridono anche Donadoni e Di Carlo che colgono in casa due vittorie che permettono al Cagliari di riprendere il cammino interrotto con la disfatta interna contro la Juventus a alla Sampdoria di allontanarsi da zone di classifica pericolose. Lo scontro salvezza Catania-Lecce si risolve a favore della squadra allenata da Simeone che scavalca i salentini in una partita ricca di emozioni e colpi di scena: Silvestre porta in vantaggio gli etnei, uno-due dei pugliesi nel giro di cinque minuti, poi Lodi (2 gol) fissa il punteggio sul 3-2, consentendo ai rossoazzurri di respirare e ottenere il bottino pieno che mancava dal dicembre scorso (1-0 sul Brescia). Un derby d’Italia non particolarmente spettacolare viene risolto dal colpo di testa di Alessandro Matri. Sterile la supremazia territoriale dei nerazzurri, incapaci di costruire azioni collettive in grado di creare problemi alla retroguardia bianconera, lasciando alle iniziative dei singoli la fase offensiva (Maicon, Sneijder ed Eto’o, che fallisce a porta vuota la più facile delle occasione nei minuti finali colpendo la traversa). Molto meglio la Juventus che, pur non essendo particolarmente pericolosa in zona gol, ha fornito una prova fatta di carattere, determinazione e compattezza. Scelta azzeccata quella di Del Neri di schierare Toni e Matri dal primo minuto, relegando in panchina capitan Del Piero: il primo, fino a che è rimasto in campo, ha messo costantemente in difficoltà Cordoba, il secondo ha deciso il match, vincendo la sfida personale con Pazzini.

RISULTATI E MARCATORI

MILAN – PARMA 4-0
8′ Seedorf, 18′ Cassano, 61′, 65′ Robinho

ROMA – NAPOLI 0-2
49′ rig, 83′ Cavani

PALERMO – FIORENTINA 2-4
7′ Pastore (P), 36′ Gilardino (F), 48′ Nocerino (P), 70 ‘Camporese (F), 78′ aut. Bovo (P), 88’Montolivo (F)

BRESCIA – LAZIO 0-2
18′ Gonzalez, 58′ Kozak

CAGLIARI – CHIEVO 4-1
19′ Conti (C), 29′ Canini (C), 44′, 71’Nenè (C), 84′ Thereau (CH)

CATANIA – LECCE 3-2
47′ Silvestre (C), 55′ Jeda (L), 60′ Munari (L), 80′, 85′ Lodi (C)

CESENA – UDINESE 0-3
41′, 75′ Di Natale, 69′ Inler

SAMPDORIA – BOLOGNA 3-1
8′ Palombo (S), 11′ Gastaldello (S), 15′ Maccarone (S), 65′ Paponi (B)

BARI – GENOA 0-0

JUVENTUS-INTER 1-0
30’ Matri (J)

CLASSIFICA: Milan 52, Napoli 49, Lazio 45, Inter 44, Udinese 43, Juventus 41, Palermo 40, Roma 39, Cagliari 35, Fiorentina 32, Chievo 31, Sampdoria 30, Genoa 29, Bologna 29, Parma 26, Catania 26, Lecce 24, Brescia 22, Cesena 21, Bari 15

PROSSIMO TURNO (20/02/2011)

Bologna-Palermo (19/02 18.00)
Inter-Cagliari (12/02 20.45)
Lecce-Juventus (12.30)
Chievo-Milan
Genoa-Roma
Lazio-Bari
Fiorentina-Sampdoria
Parma-Cesena
Udinese-Brescia
Napoli-Catania (20.45)

About Andres

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *