Speciale Premier League: incredibile all’Emirates! Il Manchester United pareggia, vince il Chelsea

Gabriel Agbonlahor esulta dopo il go decisivo al West Ham (Getty Images)

SPECIALE PREMIER LEAGUE / ROMA – La 33esima giornata di Premier League è stata condizionata dalle semifinali di FA Cup (sarà Manchester City-Stoke City la finale) e non tutte le partite sono state disputate. All’appello mancano infatti Stoke City-Wolverhampton, Fulham-Bolton e Manchester City-Tottenham: tutti e tre i match, con date diverse, verranno recuperati entro il 10 Maggio. Per il resto da segnalare ci sono i pareggi delle prime due della classe, il successo del Chelsea e la vittoria da “quasi-salvezza” dell’Aston Villa. Ma andiamo con ordine.

Il Birmingham coglie un successo importantissimo e batte in casa il Sunderland per 2-0. Una rete per tempo per gli uomini di McLeish: al 41’ è stato Larsson ad aprire le marcature poi nella ripresa ci ha pensato Gardner a chiudere i conti. I padroni di casa, con questo successo, agganciano proprio gli avversari a quoto 38 punti. Per il Sunderland invece caduta senza fine: ora la zona a rischio non è più così lontana.

A testimoniare il fatto che la Premier League non è mai un campionato scontato ci ha pensato il Wigan ultimo in classifica. La squadra di Roberto Martinez è uscita vittoriosa dal campo del Blackpool (1-3) e si è portata a +1 sulla zona rossa relegando proprio gli avversari alla terzultima posizione.

L’Everton, dopo un avvio di stagione disastroso, continua la sua marcia verso l’Europa (ed i rivali cittadini del Liverpool) vincendo in casa contro il Blackburn per 2-0. A decidere il match ci hanno pensato Osman e Baines. Il Blackburn, da parte sua, perde una buona occasione per prendere le distanze in maniera decisiva dalla zona retrocessione: per gli uomini di Steve Kean ci sarà da soffrire sino all’ultima giornata.

Il Chelsea di Carlo Ancelotti espugna il campo del West Bromwich e si porta a sole 2 lunghezze dall’Arsenal secondo. Succede tutto nel primo tempo: dopo il gol di Odenwingie per i padroni di casa i blues prima pareggiano i conti e poi mettono la freccia grazie alle reti di Drogba, Kalou e Lampard. Dopo le importanti vittorie delle scorse giornate uno stop “fisiologico” per i padroni di casa che però, con i loro 39 punti in classifica, possono guardare con ottimismo alle ultime giornate di Premier.

La vittoria più importante di giornata però è quella che ha colto l’Aston Villa sul campo del West Ham: per il gol all’ultimo minuto di Agbonlahor, per l’essersi tirati fuori (definitivamente? Con i “villans” non si sa mai) dalle cattive acque, per il potenziale della squadra, per il fatto di aver affossato ancora di più una diretta concorrente(fino a poco fa) per la salvezza. Per tutto ciò la vittoria degli uomini di Gerard Houllier vale doppio.

Il big match di giornata è andato in scena all’Emirates Stadium dove l’Arsenal ed il Liverpool hanno lottato sino all’ultimo secondo (in questo caso è proprio il caso di dirlo). Il grave infortunio occorso a Carragher (uscito dal terreno di gioco intubato) ha fatto sì che l’arbitro concedesse, al termine della partita, un recupero extra-large. All’ottavo minuto di recupero il direttore di gara concede ai padroni di casa un  penalty che Van Persie trasforma brillantemente. I titoli di coda già scorrono quando gli indomiti “reds” guadagnano un punizione dal limite, il tiro che ne scaturisce colpisce la barriera ed il brasiliano Lucas è il più lesto di tutti ad impadronirsi della palla, Eboue gli rovina addosso in area e Kuyt dal dischetto regala un’autentica doccia gelata a tutti i tifosi dei “gunners”.

Dopo l’eliminazione (inaspettata) subita contro i rivali cittadini del City il Manchester United non riesce ad andare oltre lo 0-0 sul campo del Newcastle e dare la sterzata decisiva al campionato. I “red devils” sono sempre a distanza di sicurezza dall’Arsenal (+7). Ma i ragazzi di Wenger possono continuare a cullare sogni di gloria: se dovessero vincere il recupero (contro il Tottenham) e poi riuscissero a battere lo United all’Emirates nello scontro diretto sir. Alex Ferguson&co. sarebbero a portata di sorpasso. Forse è fantacalcio, forse no ma la speranza nel calcio è sempre l’ultima a morire.

Risultati completi e marcatori:

Arsenal-Liverpool 1-1   98´ Van Persie (Ars); 102´ Kuyt (Liv)

Birmingham-Sunderland 2-0   41´ Larsson (Bir); 66´ Gardner (Bir)

Blackpool-Wigan 1-3    3´ Rodallega (Wig); 45´ N´Zogbia (Wig); 66´ Diame (Wig);
84´ Campbell (Bla)

Everton-Blackburn 2-0  54´ Osman (Eve); 75´ rig. Baines (Eve)

Newcastle-Manchester Utd 0-0

West Bromwich-Chelsea 1-3  17´ Odemwingie (Wes); 22´ Drogba (Che); 26´ Kalou (Che);
45´ Lampard (Che)

West Ham-Aston Villa 1-2   2´ Keane (Wes); 37´ Bent (Ast); 90´ Agbonlahor (Ast)

La classifica: Manchester Utd 70; Arsenal 63; Chelsea 61; Manchester City 56; Tottenham 53; Liverpool 49; Everton 47; Bolton 43; Newcastle 40; Aston Villa 40; West Bromwich 39; Fulham 38; Stoke City 38; Birmingham 38; Sunderland 38; Blackburn 35; Wigan 34; Blackpool 33; West Ham 32; Wolverhampton 32.

di Mario Di Ciommo

About Mario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *