Ciclismo, Basso: “Ora al Tour per battere Contador”

Dopo aver incassato pure i complimenti di Lance Armstrong, Ivan Basso rende onore all’avversario che più di tutti lo ha impensierito: “Cadel Evans ha onorato il Giro, ma non è stato fortunato. Fino allo Zoncolan è stato un avversario tosto, ma poi, su quella salita, quando mi sono visto solo, in me è scattato qualcosa”. Ma aggiunge: “senza i miei compagni non avrei mai vinto”. Poi il pensiero, inevitabilmente, corre al Tour de France, e all’uomo da battere, ovvero Alberto Contador: “Non c’è dubbio. Per vincere una corsa a tappe devi andare forte in salita ma anche a crono. Alberto è il più forte scalatore al mondo ed è pure tra i primi tre a cronometro. Hai detto poco. Io però posso provare a metterlo in difficoltà in salita più che a cronometro”. Insomma, tentar non nuoce.

About Gianmatteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *