Sudafrica 2010, Maradona scrive ai giocatori: “Sogna che puoi”

Diego Armando Maradona tiene l’Argentina nel bunker e per ora nasconde la possibile formazione titolare agli stessi addetti ai lavori. Per rendere la sua squadra ancor più inaccessibile, l’ex fuoriclasse del Napoli ha fatto ‘schermare’ tutto il recinto dell’impianto dove si allena l’Argentina, che così è ‘invisibile’ dall’esterno. Anche le sedute di oggi sono state dedicate in gran parte a provare schemi tattici, ma senza svelare lo schieramento sul quale il tecnico pensa di puntare. Nel pomeriggio, sotto i riflettori, dopo alcuni esercizi agli ordini del preparatore fisico Fernando Signorini, difensori e centrocampisti sono stati schierati contro una formazione allenatrice di under 20 locali. Si è giocato, peraltro, su metà campo. Nell’all’altra metà gli attaccanti facevano esercizi fisici ed i tre portieri lavoravano con il loro allenatore Gustavo Pinero L’unico giocatore dispensato dagli allenamenti di oggi è stato il difensore Garcè, che ha problemi al ginocchio destro. Intanto Maradona ha confermato di aver fatto attaccare un cartello con la scritta «sogna che puoi, e potrai» dentro tutte le stanze della Università di Pretoria che ospitano i giocatori della sua nazionale. Forse non sarà uno slogan efficace come lo «Yes, we can» di Obama, ma per il Mondiale sudafricano può andare bene lo stesso.

About Filippo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *