Sbk, Il Mondiale Superbike sbarca in Sudafrica

Dopo la splendida doppietta di Max Biaggi, domenica, a Monza, i team sono già pronti per la prossima avvincente sfida sul bellissimo circuito di Kyalami, in Sudafrica.
Importanti novità che riguardano il circuito sono arrivate anche su sollecitazione dei piloti SBK,  che il prossimo anno non saranno a Kyalami: sono state ampliate le vie di fuga delle curve due e tre, ed è stata modificata l’uscita dei box.

Vedremo se Leon Haslam saprà reagire di fronte al pressing di Max, dopo le splendide vittorie in gara-1 e gara-2 del pilota romano. Haslam si è lamentato della mancanza di supporto da parte della Suzuki e forse la mancanza di vittorie da ben cinque gare potrebbe essere un segnale.
A proposito di risposte molto attese sono quelle della Ducati: Michel Fabrizio ha raccolto nove punti, Haga quindici. Vista l’annata particolare che sta attraversando il team ufficiale di Borgo Panigale, questa potrebbe essere un’ottima occasione di riscatto.

Anche Jonathan Rea, unico pilota valido del team Ten Kate Honda, è uscito deluso da Monza, con due “zeri” venuto dopo la doppietta di Assen. Non tutta la colpa di quanto è accaduto in Italia è di Rea, ma a Kyalami (dove lo scorso anno salì sul podio) è atteso ad un pronto riscatto.
Il doppio podio di Monza in gara 1 ha dato nuova carica alla Yamaha che ha trovato in Cructhlow un nuovo riferimento, ma soprattutto ha ritrovato James Toseland.

C’ è, poi, da verificare in casa BMW, dopo lo storico podio a Monza, se a Kyalami ci saranno ancora gli exploit di Corser e Xaus.

About Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *