Speciale Tennis: vola l’Italia in gonnella. Federer, attento a Djokovic!

L'Italia di Fed Cup (Getty Images)

di Mario Di Ciommo

SPECIALE TENNIS SCHIAVONE PENNETTA FEDERER DJOKOVIC / ROMA – La settimana di Tennis appena trascorsa è stata piena di eventi. Partiamo da casa nostra. Le italiane Flavia Pennetta e Francesca Schiavone si confermano ancora la coppia da battere a livello di Fed Cup. Le azzurre infatti hanno trasformato una trasferta difficile in terra australiana in una scampagnata domenicale: 4-1 il risultato finale con la Schiavone che non cede neanche quando dinanzi le si presenta una Samantha Stosur vogliosa di rivincita dopo la finale del Roland Garros, niente da fare la ‘leonessa’ la schianta con un secco 7-6 (7-1) 3-6 7-5 in 2’44’’. A completare il tutto c’è anche la vittoria nel doppio di Sara Errani e Roberta Vinci. Ora le campionesse in carica voleranno in Russia per disputare la semifinale contro le temibili sovietiche.

A livello di Ranking altra bella soddisfazione per il tennis azzurro in gonnella: Francesca Schiavone è la tennista italiana più in alto di sempre con un quarto posto storico, davanti a lei troviamo al primo posto la polacca Caroline Wozniacki (che ha eliminato la tennista milanese all’ultimo Australian Open) incalzata dalla belga Kim Clijsters (la vincitrice dell’Australian Open) e terza, ma più staccata, la russa Vera Zvonareva. Per ritrovare il tricolore italiano bisogna scendere sino alla sedicesima posizione occupata da Flavia Pennetta. La coppia più bella che il tennis femminile italiano abbia mai avuto non finisce mai di stupire.

Per quanto riguarda il maschile da registrare l’avvicinamento di Novak Djokovic agli intoccabili del tennis contemporaneo (quei Rafa Nadal e Roger Federer che negli ultimi anni hanno monopolizzato la scena). Il serbo sembra sia arrivato alla maturazione finale, pronto ormai a fare quel salto di qualità che finora gli è mancato. Il talento è cristallino ed indiscutibile ma finora lo aveva espresso sempre all’ombra dei due mostri sacri sopra citati. Ora il ragazzo di Belgrado, dopo la vittoria nell’ultimo Australian Open, è terzo nella classifica del Ranking ad un soffio da Roger Federer. Staccato in prima posizione e sempre più leader Rafa Nadal che sembra stia seguendo le orme del suo arcirivale svizzero. E’ stato lui infatti ad essere eletto sportivo dell’anno dalla Laureus Academy dopo che il premio era andato a Re Roger tra il 2005 ed il 2008. Che sia un passaggio di consegne a tutti gli effetti? Quello che ha dato (e continua a dare) Federer al tennis è un qualcosa di incredibile e di mai visto prima ma lo spagnolo ha tutte le carte in regola per eguagliare (e forse superare?) il Re.

A livello nazionale invece da registrare a livello di Ranking il salto di tre posizioni di Potito Starace che passa dal 49esimo posto al 46esimo. Scende di una posizione invece Andreas Seppi che si piazza al 51esimo, mentre guadagna due posizioni Fabio Fognini 54esimo. L’ultimo azzurro nei primi cento è Filippo Volandri 88esimo, in attesa di tempi migliori.

About Andres

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *