Moto Gp, Rossi: “Ho fatto una grande partenza”

«Dal 2005 non vincevo la gara d’esordio del mondiale, da quell’epico duello con Gibernau. Poi da quel momento sono arrivate delle stagioni difficili: 2006, 2007… Comunque è sempre difficile battere Stoner qui e comunque l’anno scorso ho fatto secondo. Sono naturalmente contento più della vittoria e di questo 25 punti che valgono tanto. Ma sono comunque contento di come ho lavorato e di come mi sono presentato per la gara». Comincia nel migliore dei modi in Qatar questo Motomondiale per Valentino Rossi. Una gara senza sbavature, anche se la sua vittoria è stata spianata dalla caduta di Casey Stoner. «Ero abbastanza a posto – conferma Rossi – non ho fatto errori. Sapevo che la partenza sarebbe stata importante ed ero concentrato al massimo, infatti ho fatto una delle più belle partenze della mia carriera». C’è però qualcosa che non è al 100% nella Yamaha, la velocità non è come quella di Honda e Ducati. «Siamo un pò preoccupati – ammette – perchè sinceramente sia io che i nostri ingegneri ci aspettavamo di essere più vicini nella velocità massima ma soprattutto in potenza con le Ducati e con le Honda. Invece, purtroppo, siamo un pò troppo lontani, prendiamo 10 km/h secchi e così è un pò difficile, quindi speriamo che nelle prossime piste vada un pò meglio. Le prime gare, comunque sono quelle più a rischio da questo punto di vista». Un altro problema è quello del consumo, alla fine sei rimasto a piedi. «Ho consumato un pò troppo – afferma Rossi – perchè mi scivolava un pò troppo la ruota posteriore». E se Stoner fosse rimasto in gara avresti finito prima la benzina? «No – dice – magari la sua scia mi avrebbe aiutato, difficile dirlo». Proprio Ducati e Honda hanno dato dei buoni segnali, la gara dietro di te ha vissuto anche delle battaglie di Hayden e Dovizioso. «Andrea ha sempre lavorato bene quest’inverno – conferma Rossi – e sembra quello più competitivo delle Honda e si è meritato questo podio e mi dispiace per Nicky perchè se lo sarebbe meritato anche lui e ha dimostrato anche la bontà della Ducati, che comunque dovremo vedere anche sulle altre pista. Comunque la Yamaha va molto bene, ma manca quel pelo di più, un pò di motore, ma per il resto siamo molto a posto». Iniziare con una bella vittoria fa ben sperare per la stagione. «Ma, diciamo che era da Misano dell’anno scorso che non vincevo e mi iniziavano un pò a prudere le mani, adesso sono un pò più tranquillo». Tutto quello che è successo in questo week-end, la velocità di Stoner e questa vittoria non ti hanno fatto pensare a Lorenzo che comunque è arrivato secondo. «In effetti – afferma Rossi – non abbiamo mai parlato di Jorge, ma lui è stato estremamente concreto e veloce. Ha fatto fatica, non era al 100%, ha sofferto, però alla fine ha portato a casa i 20 punti. Stoner è ok ma non dimentichiamoci Lorenzo». Ultima considerazione che riguarda l’orario tanto contestato per la corsa. Si fosse corso un ora prima, come anche Rossi chiedeva, ci sarebbero stati meno problemi di aderenza? «Non credo – dice Rossi – ma l’anno prossimo correremo un ora prima».

About Filippo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *