Calciomercato Juventus, Blanc: “Quest’estate spenderemo il giusto”

«Per costruire la nuova Juventus ci sarà il budget giusto, ma non lo comunichiamo mai. A fine agosto avremo i numeri giusti. Beppe Marotta è al lavoro con il suo staff per cercare di portare a casa i giocatori che ci servono». Dai microfoni di Sky Sport 24 l’amministratore delegato della Juventus Jean Claude Blanc parla del futuro del club bianconero. E dà anche un’indicazione precisa. «La Juve è sempre stata italiana – sottolinea il dirigente -. In questo gruppo abbiamo già la metà di giocatori italiani, perchè il Dna della Juventus è italiano. Vogliamo dare sempre alla nazionale un gruppo di giocatori importanti. Non solo per la nazionale che andrà al mondiale, ma anche per le altre nazionali, come l’Under 21.Per questo, anche il lavoro a livello di settore giovanile, è importante. Ma direi che proclami non ne facciamo: c’è da costruire, e riprendere la strada che avevamo intrapreso in questi anni con il terzo e il secondo posto. Creare il gruppo giusto per tornare sulla giusta linea della Juventus». Ciò vuol dire, prima di acquistare, liberarsi di qualche contratto pesante? «Penso che un pò tutte le squadre in Europa cerchino di vendere prima di acquistare – risponde Blanc -. Quindi, bisognerà aspettare un pò per fare il giusto, ma saremo attenti a fare le cose con una gestione ordinata, come abbiamo fatto sempre». Intanto però l’arrivo alla presidenza di Andrea Agnelli ha portato entusiasmo. «È certo che lui porta il suo entusiasmo, la sua anima, la sua volontà, per continuare a portare avanti la Juventus su questa strada – sottolinea l’a.d. della Juve -. Dopo lo tsunami di quatto anni fa, abbiamo fatto un bel pò di strada. Adesso, tocca a noi e ad Andrea, con il suo entusiasmo, portare ancora più avanti questa Juventus». Ma quali sono stati gli errori commessi nella stagione appena terminata a livello di club? «È difficile mettere il dito sulla cosa giusta, forse, abbiamo pagato l’alto numero di infortuni – è la risposta di Blanc -. Quindi bisogna capire bene cosa è successo a questo livello. Poi, forse, essendo tornati velocemente ai primi posti, dopo lo tsunami (calciopoli n.d.r.), abbiamo pagato il conto di questa corsa molto veloce per tornare ai primi posti. È giusto prendere il tempo giusto, per capire bene, poi, come definire il cammino giusto per i prossimi anni, per continuare a costruire una Juventus, che deve tornare al più alto livello».

About Filippo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *