Nba, risultati notte: ok Atlanta, Chicago, Dallas, Denver e Oklahoma City

Un immenso Durant trascina Oklahoma City alla vittoria su New Orleans in una sfida dal sapore di terzo posto nella Western Conference

NBA RISULTATI NOTTE – Vincono tutte le concorrenti si Boston e San Antonio per la vetta delle due Conference: nella Eastern Conference Atlanta e Chicago non steccano e restano incollate alle spalle dei Celtics.

I Bulls si impongono 106-88 sui Clippers grazie ai 32 punti e 11 assist di Rose (non bastano lo stesso numero di punti, 4 assist in meno ma ben 13 rimbalzi di Griffin): partita dominata dall’inizio alla fine dagli ospiti che si impongono, punto più punto meno, in ogni tempo. I parziali segnano 28-23, 27-26, 27-22, 24-17.

Anche Atlanta non perde colpi e vince 100-87 contro Toronto grazie ai 37 punti e 8 assist di Johnson: in questo caso sono solo tre i tempi condotti dai padroni di casa per avere la meglio sugli avversari. Se infatti gli Hawks si impongono nel primo, secondo e quarto quarto (28-24, 26-21 e 25-18 i parziali), regalano il terzo agli ospiti, per loro fortuna indolore, per 21-24.

A metà classifica successo anche per Philadelphia 106-92 contro New Jersey firmato Williams con 26 punti: vittoria in ogni quarto per un dominio incontrastato dall’inizio alla fine. I parziali dicono 28-26, 25-18, 25-22 e 28-26 per gli ospiti.

Sorride anche Charlotte 97-87 contro Detroit firmato super Jackson con ben 39 punti: dopo tre tempi abbastanza equilibrati (25-21, 19-20 e 24-24), gli ospiti decidono di fare sul serio all’ultimo quarto e si impongono per 29-22.

Subito dietro non perde terreno Indiana che regola 117-112 Cleveland grazie ai 23 punti di Granger: la partita si decide nel primo quarto quando gli ospiti chiudono 35-25. Dal secondo in poi è un alternarsi di vittorie che però non cambia il risultato finale: 24-29, 30-33 e 28-25 i restanti parziali.

Nella Western Conference è una super lotta per il terzo posto, alle spalle di San Antonio e Lakers: le contendenti (Dallas, Oklahoma City e Denver) vincono tutte e rimangono a pochi punti di distacco le une alle altre.

I Mavericks si impongono 113-97 su New York grazie al solito Nowitzki con 29 punti e 11 rimbalzi: dopo un pessimo inizio, con la vittoria dei padroni di casa, nel primo quarto, per 34-27, gli ospiti mettono a segno un secondo e terzo tempo da ko per i Knights, annientati 29-18 e 30-21 prima del 27-24 dell’ultimo.

Non sono da meno i Thunders che guidati da Durant (43 punti per lui) vincono 104-93 contro New Orleans: decisivo il terzo tempo quando i padroni di casa, con un 32-17 recuperano il 20-30 del secondo. Questo vantaggio sommato a quello accumulato nel primo e ultimo quarto (29-25, 23-21 i parziali), regalano il sorpasso a Oklahoma.

Anche Denver non sta a guardare e batte 109-90 Portland grazie ai 22 punti e 10 rimbalzi di Nene: dopo due tempi equilibrati (22-23 e 24-24) i padroni di casa accelerano negli altri due portandosi a casa la vittoria grazie ai parziali di 32-24 e 32-20.

Alle loro spalle cade Utah contro Houston per 96-97 firmato Martin (22 punti): due tempi vinti a testa ma a fare la differenza sono i punteggi con cui si vince. Primo e ultimo quarto dalla parte degli ospiti per 30-26 e 18-14, secondo e terzo in favore dei padroni di casa per 29-24 e 27-25 ma che non bastano.

A metà classifica successo per Memphis 102-84 su Minnesota firmato Randolph con 23 punti e 13 rimbalzi: gli ospiti vincono tre tempi, di cui il terzo per 30-16 che risulterà decisivo. Nel primo e secondo i Grizzlies si impongono 26-20 e 23-21 prima di cedere nel quarto per 23-27.

Infine sorride anche Phoenix 92-77 su Milwaukee grazie ai 19 punti di Gortat: bastano i primi due tempi giocati alla grande dai padroni di casa per battere gli avversari. I parziali segnano 25-17 e 27-14 poi gli altri due sono vinti dagli ospiti, ma non basta: 19-22 e 21-24 il punteggio.

About Gianmatteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *