Juventus furiosa con Mkhitaryan: ecco cos’è successo, Allegri inca****o nero

Il centrocampista armeno sembra essere al centro di un intreccio di mercato: Roma, Inter e Juventus, con i bianconeri imbufaliti con lui.

Uno come Henrikh Mkhitaryan fa sempre comodo, soprattutto se si è un club ambizioso che vuole vincere. Il centrocampista tuttofare di José Mourinho è in scadenza di contratto e tra un mese, salvo rinnovo dell’ultima ora, saluterà i giallorossi. Ad infuocare il calciomercato ci pensa dunque Mkhitaryan, che ora deve scegliere con quale club firmare a trentatré anni, ma rumor in queste ore ci informano circa il fatto (tutto da verificare) che la parola l’armeno l’avesse già data ad un club prima di ripensarci.

Mkhitaryan
LaPresse

Rimanere in un club ambizioso e facoltoso che parte dietro le proprie rivali, firmare per un club grande ma in difficoltà nelle ultime stagioni e accettare l’offerta di una squadra con qualche grana economica ma forte e pronta a competere per lo Scudetto? Questo è il dilemma e Henrikh Mkhitaryan dovrà risolverselo da solo.

Le voci di mercato sembrano far emergere nelle ultime ore un retroscena (tutto da confermare) secondo il quale Mkhitaryan e la Juventus avevano già un accordo verbale. Max Allegri vuole un centrocampista di gamba e qualità come l’armeno e la società sembra si sia mossa per tempo ad inizio 2022 strappando a Mkhitaryan la parola per il trasferimento in bianconero per la prossima stagione, accordo al quale ora l’armeno sembra voler venir meno.

Non è chiaro se Mkhitaryan avrebbe rinunciato del tutto a vestire la maglia della Vecchia Signora, lasciandosi aperte solo le porte di Roma e Inter, o se ci sta banalmente pensando su (rinunciando quindi all’accordo verbale ma lasciando la porta aperta), fatto sta che nei primi giorni di luglio la nuova stagione inizierà coi ritiri delle varie squadre e perciò Henrikh Mkhitaryan ha ancora un mese per pensarci su e poi decidere.

Qualora questo rumor fosse confermato, più di tutti quello arrabbiato sembrerebbe essere Max Allegri che avrebbe già cominciato a progettare la nuova stagione includendo nei suoi piani il centrocampista armeno, salvo poi rivedere i suoi piani. Al momento sembrano comunque escluse piste estere, con le tre italiane uniche a bisticciare per accaparrarselo.

Henrikh Mkhitaryan: chi è, carriera, statistiche e trofei

Nato a Jerevan, il trentatreenne centrocampista tuttofare è un ottimo calciatore con un passato degno del suo presente. Il cosiddetto “armeno che va come un treno“, come viene simpaticamente chiamato a Roma dai tifosi giallorossi, è un calciatore tuttofare da sempre: nato trequartista, evolutosi come ala d’attacco ed infine reinventatosi come mezzala a centrocampo, con una breve parentesi perfino come regista in mezzo al campo.

Mkhitaryan in carriera ha vestito numerose gloriose maglie di club di primissimo livello come il Metalurg Donetsk, lo Shakhtar Donetsk, il Borussia Dortmund, il Manchester United, l’Arsenal e la Roma, con un anno trascorso anche al San Paolo in Brasile nel lontano 2003 quando era ancora un giovane calciatore da sviluppare nelle giovanili.

In carriera ha disputato 620 partite segnando 188 gol, ha inoltre giocato 95 partite e segnato 32 reti con la maglia della Nazionale armena della quale è stato a lungo capitano dal 2015 al 2021, anno in cui ha dato l’addio alla Nazionale.

Ha vinto 20 trofei in carriera tra i quali spiccano la Conference League alzata al cielo con la Roma e l’Europa League vinta con la maglia del Manchester United (curiosamente, entrambe con Mourinho allenatore).