Problemi al cuore: il dramma e la rinascita di un calciatore famosissimo

In Europa troviamo un calciatore reduce da una stagione fantastica e capace di mettersi alle spalle la paura di dover smettere.

Una stagione calcistica che ha regalato diverse emozioni in ogni campionato; in Italia, ad esempio, abbiamo visto un Milan capace di detronizzare l’Inter mentre in Premier League siamo stati spettatori di uno spettacolare duello, fino all’ultimo minuto, tra Manchester City e Liverpool. Una stagione con diversi protagonisti tra cui, ovviamente, i centravanti. Non solo Cristiano Ronaldo ed Immobile, due che hanno confermato la loro media realizzativa; ad accendere i riflettori della stagione ci ha pensato un giocatore che, in passato, ha rischiato di chiudere la carriera con largo anticipo.

Cuore
pixabay

Dall’inferno al paradiso, nel giro di cinque anni, grazie alla sua capacità di rialzare la testa e superare uno dei momenti peggiori che possano capitare ad un giocatore. Stiamo parlando di Patrik Schick, reduce da una stagione fantastica con il Bayer Leverkusen (nonostante un brutto infortunio che gli ha impedito di giocare, ad esempio, la doppia sfida con l’Atalanta) e prima ancora un grande europeo.

Un giocatore rinato nonostante le difficoltà del passato quando ha rischiato seriamente di vedere ridimensionata la sua carriera. Il peggio è alle spalle e ora Schick si può godere il rinnovo con il Leverkusen, una realtà dove riesce ad esprimere tutto il suo enorme potenziale.

Schick, quando il trasferimento alla Juventus saltò per un problema di salute

L’estate più travagliata di Schick è stata, senza dubbio, quella del quasi trasferimento alla Juventus. I bianconeri lo avevano individuato come il rinforzo perfetto per l’attacco bianconero ma nel momento delle visite mediche si presentò un problema decisamente importante.

A Schick venne diagnosticato un problema al cuore; in realtà, come poi affermato dallo stesso centravanti, si trattava di una leggera infiammazione cardiaca che era passata e, con del riposo, avrebbe permesso all’attaccante di tornare al cento per cento della forma.

La Juventus, però, non si fidò delle condizioni dell’attaccante che, quella stessa estate, si è trasferito a Roma, sponda giallorossa. Esperienza per nulla positiva vissuta dal centravanti nella capitale che faticava ad imporre il proprio talento; poi l’arrivo in Bundesliga e il trasferimento al Leverkusen dove Schick si è messo definitivamente alle spalle il problema al cuore ed ora è uno degli attaccanti più forti a livello europeo.