Zaniolo, addio Roma? Conseguenze immediate dopo lo scandalo Nasti-Zaccagni

Sono giorni di vero terremoto per Zaniolo: la vittoria della Conference, la diatriba con la sua ex per i cori e l’imminente calciomercato.

I calciatori sono sempre nell’occhio del ciclone ed il loro nome rimbalza in continuazione tra pagine di giornali e servizi nei vari telegiornali qualsiasi cosa loro facciano: gol, vittorie di trofei, notizie di gossip e qualche scivolone di troppo. In genere gli scivoloni si pagano con delle scuse e basta, ma questa volta su Nicolò Zaniolo si è aperta un’inchiesta della FIGC per i fatti avvenuti durante i festeggiamenti coi tifosi giallorossi per la vittoria della Conference League.

Zaniolo
LaPresse

Quando si è calciatori bisogna stare attenti a tutto, d’altronde sono la categoria alla quale si concedono meno lussi e la si fa passare liscia il meno possibile perché sono esempi per i più giovani. I cori dei tifosi giallorossi al quale Nicolò Zaniolo ha partecipato intonandoli e ballandoci su potrebbero costar caro al ragazzo: al momento si parla di un deferimento per l’ala d’attacco di José Mourinho e per il club giallorosso, ma la situazione è in evoluzione.

Prima i cori contro i rivali della Lazio, nei quali Zaniolo apostrofava gli avversarsi con parole come “m***a” e “vaf*****lo”, poi il coro di scherno verso l’ex fidanzata Chiara Nasti che incinta del calciatore dei biancocelesti Marco Zaccagni viene accusata di esserlo dello stesso Zaniolo invece, al grido di “il figlio di Zaccagni è di Zaniolo“. Chiara Nasti ha risposto altrettanto in inelegantemente maniera sostenendo sul suo Instagram che l’attaccante giallorosso sia scarsamente dotato lì sotto definendo il suo membro riproduttivo “un gamberetto“.

Sciocche diatribe che potrebbero costar caro a tutti, la situazione è in evoluzione ma la procura della FIGC che sta indagando sui fatti sembra concentrarsi troppo spesso più su queste cose che su fatti molto più gravi che avvengono, ahinoi, nel mondo del nostro amato calcio. La procura della FIGC ricordiamo che sta anche indagando sui calciatori del Milan, rei di aver esposto sul pullman dei festeggiamenti per lo Scudetto uno striscione poco carino rivolto ai tifoso interisti. Anche basta, comunque, perché concentrarsi su queste cose si chiedono gli appassionati?

A tormentare Nicolò Zaniolo non c’è solo l’inchiesta della procura della FIGC ma anche un calciomercato che si scalda intorno al ragazzo, con molti club che lo vogliono e la Roma che farà di tutto per trattenerlo. A dire il vero Zaniolo sembra più che tranquillo, intento a postare foto e video di se stesso mentre festeggia la vittoria della Conference League con amici e parenti.

Zaniolo all’Inter? I possibili scenari

Che l’Inter stia cercando un’ala d’attacco non è un mistero, che a Marotta e ad Inzaghi piaccia il ragazzo non è un mistero, che la Roma non voglia assolutamente cederlo è altrettanto risaputo. Ma un’indiscrezione che si sta tramutando in rumor bomba di mercato vorrebbe Nicolò Zaniolo lontano da Roma e proprio in direzione Milano.

L’Inter starebbe preparando un’offensiva pesante per accaparrarsi l’attaccante romanista, ma la Roma non molla: stando alle indiscrezioni la Roma non accetterà cifre inferiori ai 50/60 milioni di euro, soldi che al momento il club nerazzurro non ha ma potrebbe ricavare dalle eventuali cessioni di De Vrij e Lautaro Martinez.

Nicolò Zaniolo al momento guadagna 2.5 milioni di euro a stagione alla Roma, l’Inter per convincerlo potrebbe raddoppiargli l’ingaggio qualora procedessero realmente con un’offensiva. Ci sentiamo comunque di rassicurare i giallorossi: al momento ci sono pochissime chance che questo avvenga, più probabile invece che il ragazzo rimanga a Roma firmando un rinnovo di contratto con ritocco dell’ingaggio.