Lutto in MotoGP: campione del mondo muore in un incidente tragico

Il dramma nel mondo della MotoGP che ha sconvolto tutti quanti ed ha fatto precipitare nel dolore tutti i fan di questo sport. Un addio atroce.

Ci sembra sempre assurdo quando sentiamo che qualche pezzo grosso delle due ruote, che sia un pilota della Formula 1 o un motociclista della MotoGP, è rimasto coinvolto in un incidente stradale: come può un fenomeno come Nicky Haiden delle due o quattro ruote commettere un errore guidando per conto suo se guidare ad alta velocità è il lavoro che fa per tutta la vita? Dimenticando troppo spesso la fallibilità e la fragilità umana.

lutto Nicky Hayden
Pixabay

Nicky Hayden se ne è andato il 22 maggio 2017, a Cesena, a neanche trentasei anni compiuti. Per una vita in sella alle potentissime e velocissime moto dei Gran Premio che seguiamo nel weekend in televisione, se ne è andato per un incidente stradale che ha dell’assurdo: il 17 maggio mentre era in sella alla sua bicicletta nel riminese per fatti suoi, Hayden passa un incrocio senza fermarsi allo STOP e un’auto che viaggiava a 70km/h (cioè ben 20km/h oltre il limite) lo travolge.

Numerose fratture multiple dorsali e ad una gamba, vasto edema cerebrale ed altre ferite sparse per il corpo, Nicky Hayden viene trasportato d’urgenza all’Ospedale Infermi di Rimini prima di venir spostato alla prognosi riservata dell’Ospedale Maurizio Bufalini di Cesena. Lì Hayden trascorre cinque giorni in condizioni critiche ed in coma, prima di spegnersi definitivamente il 22 maggio.

Nicky Hayden: la favola del ragazzo del Kentucky

Irriverente e solare, Nicky Hayden era amato da tutti. Nato nel luglio 1981 ad Owensboro, Hayden era per tutti Kentucky Kid soprannome affibbiatogli per il suo essere sempre un inguaribile Peter Pan sorridente e simpatico.

Iconico il suo numero in pista, il 69, che si porterà dietro per tutta la carriera tranne che nella stagione 2007 nel quale vestirà il numero 1.

Pilota talentuoso, Kentucky Kid ha gareggiato in Superbike ed in MotoGP totalizzando 256 gare disputate, 32 podi, 2002 punti gara e 4 vittorie (2 delle quali decisive nell’anno 2006, in MotoGP).

Nicky Hayden passerà alla storia per il campionato MotoGP 2006 vinto in sella alla Honda: martellante e sempre sul pezzo, Kentucky Kid vinse quel motomondiale ottenendo dieci piazzamenti a podio che a fine anno fecero la differenza molto più dei due GP vinti. Il totale dei punti a fine anno fece 252 che gli valse la prima posizione in classifica e la vittoria del titolo davanti al trittico italiano Valentino Rossi, Loris Capirossi e Marco Melandri.