Milan, Maldini e Massara non rinnovano: pronto il sostituto

Il contratto dei due dirigenti rossoneri scadrà il prossimo 30 giugno e non è ancora stato rinnovato: un ex Milan è pronto a subentrare.

Il calciomercato del Milan fatica a decollare. Vero è che ufficialmente la sessione aprirà solo il 1° luglio, ma le entrate e le uscite rossonere sono bloccate anche da un altro, ingombrante problema: i rinnovi di Paolo Maldini Frederic Massara.

Frederic Massara & Paolo Maldini
LaPresse

I due ex calciatori rossoneri, oggi rispettivamente direttore dell’area tecnicadirettore sportivo, hanno il contratto in scadenza e nonostante le rassicurazioni dall’ambiente del Diavolo, il 30 giugno è alle porte.

L’insediamento del fondo Redbird, nuovo proprietario del Milan, ha certamente allungato i tempi ed il nuovo presidente, Gerry Cardinale, ha tenuto a precisare che non ci saranno problemi circa ruoli e rinnovi dei due dirigenti milanisti.

Grazie al loro operato, volto alla ricerca di talenti e di elementi che fossero consoni al gioco di mister Pioli, il Milan è tornato Campione d’Italia 11 anni dopo l’ultima volta. Insomma, il peso che MaldiniMassara hanno avuto nella rinascita rossonera e hanno nella direzione del calciomercato e nel ruolo di “collante” tra calciatori e dirigenza, non è indifferente.

Le trattative non decollano: Leonardo osserva con attenzione

La calma professata nelle scorse settimana dalla nuova amministrazione rossonera sta stonando col passare del tempo. Se qualche settimana fa sarebbe stato lecito credere che i rinnovi di Maldini Massara sarebbero stati la priorità di Redbird una volta conclusa la pratica d’acquisto del Milan, oggi sorge qualche dubbio.

Il tempo stringe, e nessuno vieterà ai nuovi proprietari di trattare i contratti dei due dirigenti anche dopo la loro scadenza, eventualmente. Ma le parole di Paolo Maldini a riguardo, nelle scorse settimane, hanno già messo in guardia Cardinale. La leggenda rossonera trovava “poco rispettoso” il silenzio riguardo alla questione contrattuale, e portare il discorso oltre la scadenza potrebbe incrinare i rapporti, più di quanto non sia stato già fatto.

Ed ecco che rimbalza la suggestione di mercato che di certo dividerà i tifosi rossoneri: temporeggiare nei rinnovi di MaldiniMassara potrebbe voler dire che Redbird ha già contattato qualcun altro, pronto a prendere il loro posto. All’identikit risponde perfettamente la figura di Leonardo.

Il ritorno del brasiliano in rossonero avrebbe del clamoroso: giocatore, dirigente e perfino allenatore del Milan, prima di passare, nel 2011, sulla panchina dell’Inter. Una breve esperienza, quella in nerazzurro, conclusasi nel luglio dello stesso anno, ma che è bastata per far inferocire i tifosi del Diavolo.

Eppure, Leonardo ha già ricoperto quel ruolo, oggi in mano a Maldini, che ad ora tanto vacilla: come lo riaccoglierebbero i sostenitori rossoneri?