Hamilton tira un sospiro di sollievo:”Il mio record è salvo”

Lewis Hamilton è uno di quei piloti che ha dimostrato di essere un’icona assoluta dello sport mondiale, per questo motivo ha tanti record.

Se c’è stato un pilota in F1 che è stato in grado di scrivere pagine memorabili della storia recente dell’automobilismo quello è senza ombra di dubbio Lewis Hamilton, un campione britannico in grado di vincere ben 7 titoli mondiali eguagliando così il record assoluto di Michael Schumacher, nonostante però in questa stagione stia vivendo un periodo davvero molto complicato, con una Mercedes che non è più all’altezza delle rivali Red Bull e Ferrari e che dunque si dovrà accontentare solamente di poter resistere e mantenere alcuni primati che ha già ottenuto.

Lewis Hamilton Mercedes (Ansa Foto)
Ansa Foto

Vedere la Mercedes così in difficoltà è davvero un qualcosa di molto strano, infatti tutto ciò non accadeva dal periodo pre ibrido del 2014, ovvero quando la scuderia di Stoccarda aveva deciso di rientrare in F1, un periodo dove aveva avuto dei grossi problemi nella capacità di creare una monoposto in grado di lottare con le rivali Ferrari, Red Bull e allora anche McLaren.

Hamilton è una leggenda assoluta dunque della Mercedes, dato che ben sei dei suoi sette titoli iridati sono arrivati proprio con le Frecce d’argento, ma quest’anno dovrà resistere in maniera importante nel saper mantenere una serie di record, con George Russell che è andato veramente vicinissimo a superare un precedente primato di Nico Rosberg.

Il giovane britannico ex Williams infatti è stato in grado per ben sette Gran Premi consecutivi di rimanere davanti al compagno di squadra, un qualcosa che era riuscito solo al tedesco tra il 2015 e il 2016, ma a Montreal Hamilton è riuscito a mantenere la posizione davanti a Russell, con un terzo posto che dunque ha permesso al 7 volte iridato di bloccare la sua striscia negativa.

Hamilton davanti a Russell e tira un sospiro di sollievo

Sono stati molti in quest’ultimo periodo a considerare ormai Lewis Hamilton come un pilota finito, in particolar modo perché con la Mercedes stava avendo davvero tanti problemi a rimanere davanti rispetto al compagna di squadra Russell, ma la classe è ancora di quelle cristalline.

Per questo motivo il britannico ha dimostrato a tutti con una gara sensazionale in Canada di essere ancora pronto per grandi imprese, con l’ottavo titolo mondiale che sicuramente non potrà arrivare al termine di questa stagione, ma non è detto che già dall’anno prossimo potrebbe essere ancora uno di quelli in grado di saper sbaragliare la concorrenza della nuova generazione.