Nadal, la malattia segreta che nessuno conosce: “Rischia il ritiro”

Il tennista spagnolo soffre di una malattia molto rara che lo starebbe facendo riflettere sul proseguo della sua carriera: panico tra i tifosi.

Rafa Nadal
LaPresse

Tra i tennisti più grandi di sempre, per alcuni il migliore della storia. Rafa Nadal ha scritto pagine indelebili del tennis e, più in generale, dello sport a livello mondiale. Oltre vent’anni di carriera in cui ha dimostrato d’essere uno degli sportivi migliori che si siano mai visti.

Nato a Manacor, sull’isola di Maiorca (e da qui il soprannome Il mancino di Manacor), Nadal ha saputo imporsi non ancora ventenne nel panorama tennistico mondiale. Celebre è stata la sua continuità di risultati e la persistenza ad altissimi livelli, che ancora oggi lo porta ad ottenere titoli di prima fascia.

Da FedererDjokovic, passando per Murray fino al nuovo astro dei circuiti, il connazionale Alcaraz. Un’infinità di avversari, di diverse generazioni e aventi in comune proprio il campione spagnolo, capace di adattarsi ai tempi e ad imporsi come uno dei più longevi, oltre che vincenti, tennisti della storia.

Ma nelle ultime settimane qualcosa è cambiato nei piani e nella testa di Don Rafa. Voci insistenti sul ritiro, alcune sue dichiarazioni che hanno spaventato i fan: a dare il colpo finale potrebbe essere proprio la malattia di cui Nadal soffre.

Nadal: che cos’è la Sindrome di Muller-Weiss

A preoccupare Rafa ultimamente è la Sindrome di Muller-Weiss, una patologia con la quale convive dal lontano 2005. Questa è una malattia degenerativa abbastanza rara che ha colpito lo scafoide del suo piede sinistro.

Il problema della sindrome è la sua totale inattività: non si palesa finché non è ormai tardi per porvi rimedio. Le terapie varrebbero, dunque, poco, anche perché non si conoscono ancora le cause della patologie: il tutto, congiunto ad un’età che avanza inesorabile, starebbe facendo riflettere lo spagnolo sul proseguo della sua carriera.

“Non si può vivere con tanto dolore giornaliero – ha raccontato Nadal dopo l’eliminazione agli Internazionali Roma -. Vivere è più importante del tennis. Ho iniziato la stagione bene, ma col problema al piede non è stato facile allenarsi più giorni di fila. Devi essere in buone condizioni per gareggiare al massimo livello”.

Parole che hanno spaventato i fan dello spagnolo, che ora attendono di scoprire il futuro del loro idolo. Anni di trionfi, vittorie schiaccianti e rimonte pazzesche, soprattutto quando tutto sembrava perso.

Gli appassionati sperano che Nadal possa tirar fuori un altro colpo da campione, l’ennesimo, per rimandare un po’ più in là un ritiro che sarà, a prescindere, colmo di emozioni.