Milan, ecco cosa fa Origi mentre tutti sono in vacanza: da non credere

L’attaccante belga Origi, neo acquisto rossonero, fa già parlare di sé: è stato colto in fragrante e la foto ora fa il giro del mondo.

Stefano Pioli
LaPresse

Primo e finora unico colpo del Milan campione d’Italia: Divock Origi, classe 1995, arrivato a parametro zero dal Liverpool dopo otto anni in Inghilterra. L’attaccante belga, chiuso negli ultimi anni dal tridente spaziale dei Reds, ha optato per lasciare la squadra di Jurgen Klopp in estate e trovare più spazio anche in vista del mondiale in Qatar.

Tre buone stagioni in Francia, al Lille, prima di essere scelto dalla dirigenza dei Reds per il nuovo corso da imbastire assieme a Klopp. Il continuo miglioramento della rosa del Liverpool gli ha chiuso sempre più lo spiraglio della titolarità, ma il belga non ha mai fatto mancare il proprio apporto: basti pensare alla doppietta nel 4-0 al Barcellona con cui i suoi portarono a termine la storica rimonta nella semifinale della Champions League del 2019.

La stessa competizione che poi Origi vinse, segnando anche in finale allo scadere nel 2-0 al Tottenham. Insomma, una sorta di “uomo della provvidenza”, su cui Klopp ha sempre puntato, seppur molto spesso dalla panchina.

La nuova avventura in Serie A

Pronto alla nuova vita in ItaliaOrigi ha già attirato i riflettori su di sé. L’attaccante belga è stato “pizzicato” durante un allenamento personale, mentre tutti i suoi colleghi e compagni sono ancora in vacanza.

Divock Origi
Twitter

Voglia di dimostrare d’essere l’uomo giusto per guidare l’attacco rossonero, che già vanta due fuoriclasse senza tempo come Giroud Ibrahimovic. Dalla sua, Origi ha più di dieci anni in meno e già un discreto bagaglio di esperienza internazionale: adesso la parola passerà al campo ed il posto di guida offensiva dovrà guadagnarselo duramente.

Il primo passo è, però, quello giusto: dedizione e volontà di presentarsi al meglio al ritiro dei rossoneri, che come tutte le squadre di Serie A riprenderanno a lavorare con la preparazione atletico estiva agli inizi di luglio.

Verosimilmente, al netto di problemi fisici, Giroud Ibrahimovic partiranno davanti al belga nelle gerarchie, ma con una stagione che sarà ancor più faticosa visto il mondiale invernale e le tante competizioni (e quindi partite) da disputare, il ventisettenne saprà ritagliarsi il suo spazio. E chissà, scavalcare il francese e lo svedese nella testa di mister Pioli, che tanto ha spinto affinché si mettesse sotto contratto un attaccante con le sue caratteristiche.

Rapidità, forza fisica e fiuto del gol: con tanto allenamento alle spalle, Divock Origi è pronto a prendersi il Milan.