F1, Horner ammette il favore arbitrale: “Masi sbagliò ad Abu Dhabi”

Christian Horner un anno dopo ammette l’errore decisivo del giudice di gara Masi che permise alla sua Red Bull di vincere il Mondiale F1.

Se ne è parlato all’infinito e tutt’ora è argomento di discussione: un anno dopo la vittoria di Max Verstappen al Gran Premio di Abu Dhabi, quella che consentì al pilota olandese di primeggiare in Classifica Piloti sul rivale Lewis Hamilton, la decisione del giudice di gara Michael Masi torna argomento centrale delle discussioni riguardanti il circus della Formula Uno per via delle parole del Team Principal di Red Bull: Christian Horner ha ammesso candidamente che Masi sbagliò in quel frangente, favorendo così (accidentalmente) Max Verstappen.

Christian Horner
LaPresse

Toto Wolff, Team Principal di Mercedes, ha combattuto duramente per un anno intero fino ad ottenere la testa di Michael Masi che infatti quest’anno non figura più tra i giudici di gara: nonostante le lamentele ed i reclami fatti alla FIA, non fu accolta alcuna richiesta da parte di Mercedes ed il Mondiale Formula Uno 2021 fu assegnato a Max Verstappen nonostante l’evidente errore commesso da chi doveva dirigere la gara col regolamento in mano.

Christian Horner si è spesso battuto confrontandosi anche duramente con Toto Wolff in difesa della legittimità della vittoria del Mondiale Formula Uno 2021 di Max Verstappen, fino a ieri: nel clima più tranquillo assoluto e col discorso in questione lontano anni luce dagli argomenti prossimi circa il circus in arrivo a Silverstone per il weekend di corse in terra britannica, Christian Horner ha ammesso candidamente che Michael Masi un anno fa sbagliò decisione favorendo così Red Bull, anche se involontariamente ovviamente.

All’epoca dei fatti il giudice di gara Michael Masi permise a Max Verstappen di superare, in regime di Safety Car, alcune monoposto in coda doppiate da Hamilton ma che ancora non erano nello status di “sdoppiate“, e quindi non superabili. Questa decisione permise a Max Verstappen di riavvicinarsi ad Hamilton fino a superarlo, vincendo così il Gran Premio di Abu Dhabi che consegnò al pilota olandese i punti necessari a scartare in classifica l’asso inglese a bordo della Mercedes.

L’infausta decisione controversa di Michael Masi permise di fatto a Max Verstappen di laurearsi campione del mondo Formula Uno 2021, superando nell’ultima gara Hamilton in classifica di una manciata di punti proprio al fotofinish. Neanche a dirlo Toto Wolff mise su una guerra dialettica e legale contro Michael Masi che portò ad un nulla di fatto circa l’assegnazione del Mondiale che rimase così nelle mani del pilota olandese su Red Bull.

Ed ora? Oltre che il danno pure la beffa per Toto Wolff: Christian Horner ha ammesso che Masi sbagliò, un anno dopo e col Mondiale 2021 in tasca.

L’ammissione di Horner: “Masi sbagliò”

Viva la sincerità o mossa per infastidire i rivali, qualsiasi senso volessero assumere le parole di Horner va detto che nessuno se le aspettava, soprattutto un anno dopo.

Christian Horner ha ammesso che “Ha commesso un errore in quanto non ha permesso a tutte le auto doppiate di sdoppiarsi” parlando di Michael Masi, ma poi ha anche detto che è stato l’unico errore in favore di Red Bull e che anzi, facendosi un po’ i conti a ritroso, sono state numerose le decisioni controverse prese proprio contro la scuderia austriaca.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il Team Principal inglese ha anche aggiunto che a Masi bisognava stargli più vicino e che l’hanno lasciato solo in un momento difficile dove le decisioni pesavano come macigni e che comunque Max Verstappen ha ampiamente meritato di vincere il Mondiale, che non si decide in una sola gara ma nell’arco di una stagione.