MotoGP, preoccupazione circa le condizioni di Marc Marquez: torna o si ritira?

Continuano a destare preoccupazione le condizioni fisiche di Marc Marquez: torna o si ritira? Anche il suo manager si è pronunciato in merito.

Vincere otto titoli mondiali in sella alle moto e poi rischiare di ritirarsi a soli ventinove anni deve essere dura da mandare giù quando si è campioni affamati: è quello che sta succedendo a Marc Marquez, mentre si avvicina la quarta ed ultima operazione in testa gli balenano mille pensieri ed il futuro è tutto da scrivere, nel bene o nel male. Da tre anni non competitivo e costretto a continui dentro e fuori dalle piste, sulla sua condizione si è espresso anche il suo manager che però non ha chiarito granché le cose.

Marc Marquez
LaPresse

Tutti i sostenitori di Marc Marquez, i tifosi della Honda e più in generale tutti gli appassionati di MotoGP sono da tre anni col fiato sospeso per capire quale sarà il futuro di Marc Marquez: il ragazzo è tenuto fermo ai box da quasi tre anni con poche apparizioni in pista nel mezzo, a causa di un serio infortunio all’omero ed alla diplopia che ogni tanto gli si ripresenta costringendolo al riposo forzato.

Deve roderti parecchio rischiare il ritiro a soli ventinove anni e con otto titoli mondiali vinti, chissà ancora quanto avresti da dare in pista avendo ancora metà carriera davanti a te… se lo sarà ripetuto e chiesto centomila volte al giorno per mesi e mesi negli ultimi tre anni Marc Marquez, in bilico tra il ritiro ed il ritorno in pista ma senza una risposta certezza, ed è proprio quel senso di spaesamento attanagliato da mille dubbi che ti manda fuori di testa.

Ha provato a far luce un pochino sulla condizione di Marc Marquez il suo manager Emilio Alzamora, evitando comunque previsioni pericolose e specificando che l’ultima parola spetterà inequivocabilmente ed a tutti i costi ai dottori.

Ad una radio catalana Emilio Alzamora ha detto che “questa quarta operazione è senza dubbio quella definitiva, nel bene e nel male. Quando Marc sarà abbastanza sicuro di poter salire sulla Honda, una moto molto impegnativa, sarà il momento di tornare“, tutto sommato parole che un minimo di fiducia la restituiscono pur non dando alcuna traccia delle condizioni del ragazzo che però si sa essere molto determinato e volenteroso di tornare.

Marc Marquez ha iniziato il suo calvario nel 2020, annata che ha saltato in toto non gareggiando mai in pista, per poi tornare nel 2021 giusto il tempo di prendere parte a soli dieci Gran Premi dove ha totalizzato tre vittorie, mentre in questa stagione ha già alzato bandiera bianca dopo aver corso appena sei Gran Premi con mediocri risultati.

Marc Marquez: la voglia di tornare e lo spettro del ritiro

Giorni fa Marc Marquez qualche dichiarazione circa il suo futuro l’ha anche rilasciata, più che altro soffermandosi sul suo stato d’animo che in questi anni l’ha accompagnato facendogli da scudo e da lama nei momenti di sconforto e dolore per via degli infortuni.

Il ventinovenne ragazzo spagnolo ha dichiarato che che ha sempre prevalso la voglia di tornare a quella di smettere ma che ci ha pensato più volte, anche se mai in maniera definitiva, sottolineando come un futuro rientro in pista andrà fatto per step, cercando dapprima di riscoprirsi stabile e veloce, di abituare il braccio martoriato e lavorare di più con le gambe, puntando gradualmente a tornare competitivo fino ad acciuffare il sogno di vincere un altro titolo mondiale.

Commoventi infine le parole, tra le tante pronunciate, che collocano l’attenzione del ragazzo sull’esser considerato qualcuno che lotta per la gente al di là dei titoli che si possono vincere: “Spero di lasciare l’immagine di un campione che ha dato tutto per il suo sport dalla prima gara in MotoGP fino alla fine. Non so se avrò successo, ma nessuno può dirmi che non ho dato il massimo. Lotterò anche per un sesto posto“.