F1, disastro Tsunoda: ennesimo incidente, le gravi conseguenze

Yuki Tsunoda è sempre più disastroso e continua a costare soldi e pazienza ad AlphaTauri: ennesimo incidente a Silverstone per colpa sua.

Il giovanissimo pilota giapponese Yuki Tsunoda di AlphaTauri ormai nel circus della Formula Uno è diventato famoso per tre cose: la prima è che il ragazzo è dannatamente spiritoso e divertente, la seconda è che fa strano immaginare tanto talento concentrato in appena cento cinquantanove centimetri di statura e la terza è che tutto quel talento viene perso per strada puntualmente in un mare di arroganza, scarsa concentrazione ed errori su errori. Anche a Silverstone il ventiduenne nipponico ha commesso l’ennesimo errore che ha guastato la sua gara e quella del compagno Gasly.. ed ora AlphaTauri starebbe ragionando sul suo futuro.

Tsunoda incidente
LaPresse

Yuki Tsunoda sembra non voler crescere, migliorare, progredire, perfino maturare se parliamo di corse e continua a commettere sempre gli stessi errori di un anno e mezzo fa quando approdò nel circus a soli vent’anni, ma dopo una lunga sequela di errori ed una valanga di giustificazioni accampate come scuse ora AlphaTauri si sarebbe detta stanca del comportamento del pilota giapponese.

Eppure Tsunoda il talento ce l’ha, è lì sopito sotto un carattere spigoloso e molto difensivista, ma c’è: qualche bel risultato l’ha portato a casa e qualche gara di primissimo livello l’ha anche corsa, d’altronde la stagione scorsa è arrivato settimo a Baku, sesto a Budapest e perfino quarto ad Abu Dhabi, mentre quest’anno in dieci Gran Premi svolti finora si è messo in luce solo in Bahrein e ad Imola.

Troppo poco per convincere AlphaTauri a tenerti, anche perché la scuderia satellite di Red Bull difficilmente prenderà le decisioni senza consultare la casa madre e pare che anche lì siano un pochino saturi di Tsunoda e dei suoi innumerevoli errori.

A Silverstone ha corso una gara piuttosto indecente, va detto, commettendo un grave errore che si è trasformato in incidente e che ha finito per buttare fuori pista il suo compagno di scuderia Gasly: rispettivamente in settima ed in ottava posizione a Silverstone, un ottimo risultato, al dodicesimo giro Tsunoda con pochissimo spazio di manovra ha provato ad attaccare internamente in curva il compagno per superarlo.. risultato? Collisione, entrambe le AlphaTauri fuori e problema all’ala per la monoposto di Gasly che lo costringerà al ritiro qualche giro più tardi. Yuki Tsunoda si è classificato ultimo a Silverstone facendosi scartare di oltre quaranta secondi.

E Tsunoda si è anche preso solo parzialmente la colpa di tutto questo, dichiarando alla fine che “con la mia velocità sarebbe stato facile fare la curva ma Pierre ha chiuso inaspettatamente la porta“, scaricando in buonissima parte la colpa sul compagno di scuderia francese, ha poi aggiunto che “non mi aspettavo che avrebbe cercato di lottare ancora in curva, ma questo è stato il mio errore. La mia gestione delle aspettative non è stata abbastanza buona“.

Pierre Gasly da gran signore non ha voluto attaccare il compagno di squadra pubblicamente e ha chiosato il tutto con un “Si tratta di una questione che va discussa internamente, e non ho intenzione di iniziare a parlarne qui, ma sono estremamente deluso, non era necessario“.

AlphaTauri vara il rimpasto di piloti: fuori Tsunoda?

Si rumoreggia ormai da un po’ che le carte in casa AlphaTauri stanno per cambiare e non sarà certo Pierre Gasly a lasciare in quanto il suo contratto è stato rinnovato pochi giorni fa e scadrà nel 2023, perciò il pilota francese avrà ancora una stagione assicurata nella scuderia satellite di Red Bull.

Chi rischia seriamente è Yuki Tsunoda e nonostante le sue sparate “io sono io il pilota più forte” (in risposta alla domanda “è Verstappen il pilota migliore?“) e “merito di rimanere in AlphaTauri” (in risposta all’osservazione fattagli su Gasly che ha rinnovato mentre il suo contratto scadrà a fine stagione), la AlphaTauri si starebbe guardando intorno seriamente.

I giovani piloti della Driver Accademy Red Bull però non stanno rubando l’occhio nelle categorie inferiori: Juri Vips è stato licenziato, Liam Lawson e Ayumu Iwasa non stanno combinando granché così come Dennis Hauger e Jehan Daruvala, perciò al momento gli unici candidati restano Alex Albon di Williams e Zhou di Alfa Romeo (qualora quest’ultimo venisse silurato dal team satellite di Ferrari) qualora non venisse rinnovato il contratto a Tsunoda.