Stefano Pioli pronto a dimettersi: il motivo è gravissimo, Milan furioso

Stefano Pioli va su tutte le furie ed è pronto a rassegnare le dimissioni: la società gli cede un top player, lui non può accettarlo.

Sono ore difficili in casa Milan: il mercato in entrata stenta a partire, qualche pedina fondamentale ha lasciato già il club a parametro zero, i tifosi sono in ansia, le intenzioni della nuova proprietà non sono molto chiare e secondo alcuni rumor provenienti dalla Spagna il tecnico Stefano Pioli avrebbe avuto una feroce discussione con il nuovo presidente rossonero Gerry Cardinale che sarebbe culminata con la decisione di rassegnare le dimissioni. A far traboccare il vaso ci ha penato la goccia più ingombrante di tutte se parliamo di calciomercato: la cessione di un big dichiarato incedibile fino a pochi giorni prima.

Stefano Pioli
LaPresse

Stefano Pioli è un uomo d’onore, serio e di parola, si è sempre distinto come una brava persona ed un ottimo allenatore e le bugie proprio non può digerirle: piuttosto che farsi prendere in giro, farsi raccontare frottole o farsi umiliare cambia aria lasciando soldi e lavoro sul tavolo, un po’ come fece al tempo anche Rino Gattuso.

Stando a quanto riportato stamattina da alcune testate spagnole ci sarebbero dei rumor tragici che vorrebbero Stefano Pioli in procinto di rassegnare le dimissioni: con la preparazione iniziata ed una squadra sì campione d’Italia ma anche cantiere aperto proprio non ci voleva questa notizia e qualora venisse confermata sarebbe un disastro per il Milan.

Il tecnico rossonero avrebbe avuto una feroce discussione con Gerry Cardinale, il nuovo presidente del Milan nonché volto principale della nuova proprietà Red Bird Capital Partners, reo di aver tranquillizzato prima l’allenatore circa la permanenza di Rafael Leao salvo poi andare a trattarne con l’Atletico Madrid la cessione.

Le voci provenienti dalla terra iberica parlano di un accordo tra il club allenato da El Cholo Simeone ed il Milan su una base di trentacinque milioni di euro per il prestito oneroso di Rafael Leao ai quali seguiranno ulteriori trenta milioni di euro di riscatto obbligatorio tra un anno, al ragazzo i dirigenti spagnoli dell’Atletico Madrid avrebbero offerto un quinquennale da cinque milioni di euro netti a stagione con ingaggio a salire del venti per cento a partire dalla terza stagione.

Vero che i soldi incassati sarebbero molti qualora venissero confermate queste voci, ma è altresì vero che un giocatore come Rafael Leao non lo trovi spesso in giro visto che è stato MVP della scorsa stagione della Serie A ed è una pedina fondamentale nello scacchiere di Stefano Pioli.

Il tecnico avrebbe dunque rassegnato le dimissioni nella serata di ieri rinunciando così alla rimanenza in denaro del contratto ed ora su di lui sarebbero già vigili alcuni club esteri: non capita tutti i giorni di trovare libero il neo allenatore campione d’Italia.

Disarmo Milan, via Leao e addio Pioli: la reale situazione

I tifosi del Milan sono seriamente preoccupati e stanno realmente vivendo giorni particolari: non sanno cosa ne sarà della competitività della loro squadra del cuore e a giudicare dall’impasse mostrata sul mercato c’è il forte rischio di un ridimensionamento.

Così è impossibile difendere il titolo, vero, ma diffidiamo dalle voci che sono arrivate nelle ultime ore dalla Spagna: per quanto è vero che Rafael Leao potrebbe lasciare il Milan è altresì vero che Stefano Pioli è ben saldo sulla panchina dei campioni d’Italia tanto quanto è deluso dallo stallo generale.

Rafael Leao pretende un ricco rinnovo ed il suo procuratore Mendes ora si sta iniziando a guardare intorno dato che dal Milan non arrivano buone nuove in merito, ma da qui a dire che il ragazzo è stato già ceduto all’Atletico Madrid (che rimane un club interessato) e che Stefano Pioli è pronto a dimettersi anche no, perciò smentiamo categoricamente questi rumor.