F1, comincia l’era dei “Rottamatori”: le vecchie glorie tremano, sarà rivoluzione

In Formula Uno siamo agli inizi di una nuove era: arrivano i forti “Rottamatori”, le vecchie glorie rischiano di salutare a fine stagione!

La Formula Uno sta cambiando pelle e nel 2022 ci si è resi conto che le nuove leve sono pronte a raccogliere l’eredità delle vecchie glorie: nel circus delle corse su monoposto è giunto il tempo dei cosiddetti Rottamatori, i formidabili giovani che stanno facendo mangiare la polvere ad alcuni vecchi e stanchi nomi ultra trentenni. Gli enormi stipendi ed i risultati infimi hanno convinto le scuderie a potare i rami secchi e vecchi, spingendo piuttosto in su i giovani rampanti che tra Formula Uno e serie cadette si stanno prendendo la scena.

I Rottamatori
LaPresse

Sono giovani, vanno forte, ottengono risultati pur non guidando monoposto di primissima categoria e si stanno ritagliando un futuro nelle scuderie di élite mettendo in crisi le vecchie glorie del circus: in Formula Uno è giunto il tempo dei Rottamatori.

Una nuova era di piloti è alle porte, un po’ per tagliare i costi di uno sport che sperpera molto denaro ed un po’ perché così ne gioverebbero lo spettacolo ed i risultati delle scuderie, con i tre giovani formidabili in Formula Uno seguiti da qualche silente talento al momento in Formula 2 ed in Formula 3.

Stiamo parlando di Esteban Ocon di BWT Alpine, di Lando Norris di McLaren e di Mick Schumacher di Haas, tutti e tre giovani e tutti e tre formidabili alla guida delle loro monoposto che conducono regolarmente in Top 10 pur non trattandosi di bolidi atti a competere sempre per la zona punti. Per altro, sono tutti e tre piloti molto apprezzati e acclamati non solo dagli osservatori ma anche dalle folle.

Basta paragonare i loro risultati con quelli dei più celebri compagni di squadra: Lando Norris dà ben quarantasette punti di scarto al suo compagno Daniel Ricciardo e tra i due è l’australiano a guadagnare tre volte tanto rispetto al talento inglese, così come Esteban Ocon dà ben ventitré lunghezze al suo collega Fernando Alonso che però guadagna quattro volte il suo abile compagno di scuderia francese, l’unica eccezione la rappresenta Kevin Magnussen che in classifica batte di dieci punti il giovane compagno di scuderia Mick Schumacher che però è in enorme crescita e rimonta pur guadagnando solamente un sesto di quanto percepisce in Haas il compagno danese.

Ai ricchi contratti di Ricciardo, Alonso e Magnussen vanno aggiunti quelli di Vettel, Hamilton e Bottas, tutti enormemente pagati e tutti pressoché battuti in gara ed in Classifica Piloti da questi ragazzi. Dunque cosa fare? Toto Wolff (Team Principal di Mercedes) è stato chiaro un mesetto fa, serve ridurre gli ingaggi ed abbattere i costi perciò con tutta probabilità le ottime prestazioni dei tre Rottamatori gli varranno delle promozioni a discapito di queste vecchie glorie ultra trentenni esageratamente pagate.

Mick Schumacher per il Gran Premio d’Austria è stato votato come F1 Driver Of The Day dagli appassionati della Formula Uno e come possiamo vedere nel video la sua felicità contagiosa si è mostrata in tutta la sua dolcezza riempiendogli gli occhi di gioia.

Per Mick Schumacher si sta delineando un futuro in Alfa Romeo con sia Zhou che Bottas a rischio taglio, per Lando Norris potrebbero spalancarsi le porte di Mercedes andando a sostituire proprio sua maestà Lewis Hamilton mentre per Esteban Ocon le strade sono tre al momento: può rimanere in BWT Alpine ma diventarne la prima guida oppure può raggiungere Schumacher Jr in Alfa Romeo o finanche prendere il posto di Lando Norris in McLaren.

La nuova era di piloti in F1: salutano in molti a fine anno

Con tutta probabilità sarà rivoluzione a fine anno in Formula Uno: Lewis Hamilton qualora non decidesse per il ritiro dalle corse potrebbe venir definitivamente tagliato da Mercedes o magari retrocesso in McLaren proprio accanto ad Ocon, andando così a licenziare Ricciardo, Alonso potrebbe rimanere come seconda guida in BWT Alpine mentre Magnussen, Vettel e Bottas difficilmente rimarranno nel circus con questi grossi contratti, perciò per loro si aprono le porte del rinnovo a ribasso o della sostituzione con nuove leve.

Detto dei tre Rottamatori già in Formula Uno, va anche sottolineato come nelle serie cadette ci sono almeno quattro o cinque piloti pronti a salire di categoria e tentare così di mettersi in mostra tra i grandi soffiando il posto proprio a qualche deludente vecchia gloria.

In Formula 2 si stanno facendo vedere il brasiliano leader del campionato Felipe Drugovich ed i suoi due inseguitori l’americano Logan Sargeant (membro della Williams Driver Accademy) e Théo Pourchaire, con Enzo Fittipaldi in leggero ritardo ma comunque tenuto in considerazione.

In Formula 3 invece i tre piloti più in risalto si stanno tutti combattendo il titolo punto su punto essendo appaiati in classifica, stiamo parlando di Arthur LeClerc (fratello di Charles e pilota della Ferrari Driver Accademy), Victor Martins francese in orbita Renault e Isack Hadjar, quest’ultimo idolo delle folle e membro del Red Bull Junior Team.