Clamoroso al GP d’Austria: monoposto si spegne in griglia, il pilota è furibondo

Ha del clamoroso quanto successo in Austria a pochi secondi dallo start della Sprint Race: la BWT Alpine si spegne, i meccanici la spingono!

Quanto successo nella giornata di sabato 9 Luglio ha del clamoroso oltremodo: il classico giro di formazione chiamato Warm Up, utile a scaldare le gomme e posizionare le monoposto in griglia prima dell’attesissimo spegnimento del semaforo rosso che dà il via alla gara, non è stato cominciato da tutti.. a pochi secondi dall’inizio della Sprint Race gli astanti hanno notato una monoposto ferma immobile in griglia, spenta e con ancora le termocoperte sulle gomme. Ma che sarà successo? Il pilota è esploso di rabbia per l’accaduto.

BWT Alpine
LaPresse

La Formula Uno ci ha da sempre abituati a sorpassi al cardiopalma, corse spettacolari, incidenti tanto tremendi quanto affascinanti nelle traiettorie, impatti feroci, goffi Pit Stop terminati male e tante, tante stranezze: monoposto che saltano, vetture che si spengono come per magia, auto che perdono pezzi da un momento all’altro e chi più ne ha, più ne metta.

Una di queste stranezze ha avuto luogo appena prima del Warm Up della Sprint Race che si corre al Gran Premio d’Austria: al Red Bull Ring di Spielberg parte lo start del giro di formazione ma un’auto resta lì ferma, in panne, con ancora le termocoperte alle gomme e soprattutto spenta senza un vero motivo.

La monoposto in questione è la BWT Alpine di Fernando Alonso e proprio il quarantunenne pilota spagnolo una volta sceso dall’auto ha iniziato ad inveire contro i suoi meccanici per l’accaduto. Stando a quando detto dal pilota di Renault che da ciò che ci hanno mostrato le telecamere, la BWT Alpine di Alonso non ha proprio dato segni di vita una volta posizionata in griglia, rimanendo spenta e non riaccendendosi neanche con l’ausilio di una batteria esterna.

Immediatamente è scattala la quattro per cento dei meccanici della scuderia Renault, sono infatti tutti corsi comicamente in griglia e con disciplinata rapidità hanno spinto in sette la monoposto del pilota asturiano fino ai box. La scena più assurda è stata vedere Alonso sconsolato all’interno dell’abitacolo mentre la sua monoposto ferma presentava ancora le termocoperte intorno alle gomme.

Fernando Alonso è ovviamente andato su tutte le furie, non capacitandosi dell’accaduto e innervosendosi col proprio muretto in quanto è la quinta volta che la sua BWT Alpine fa le bizze e presenta problemi, due volte delle quali per altro è stato costretto al ritiro durante la corsa e quest’oggi non ha potuto partecipare alla Sprint Race che l’ha condannato quindi a partire in diciannovesima posizione al Gran Premio del Red Bull Ring di Spielberg.

Fernando Alonso deluso e in polemica col muretto

Non ci sta Fernando Alonso, a Spielberg partirà solamente in diciannovesima posizione qualora venissero risolti i problemi alla sua monoposto nel mentre, e pensare che in qualifica Q3 si era riuscito a piazzare addirittura in ottava posizione così da poter competere per la zona punti.

Ora sarà un’impresa rimontare, ma si può fare, certo serve prima risolvere i problemi perché le Renault di BWT Alpine andranno anche veloci in pista ma cominciano ad essere troppe le volte che si fermano per problemi.

Sceso dall’auto si è presentato deluso e polemico verso i suoi meccanici ed ingegneri ai microfoni dei giornalisti presenti, dichiarando così: “Problema di affidabilità? Si, ovviamente. Ancora sulla mia macchina, come sempre. Non so esattamente cosa sia successo, la macchina non aveva batteria, era tutto nero e spento“.

Alonso ha però anche parlato bene delle performance della sua monoposto: “Speriamo di risolverlo per domani. A livello di performance sto facendo uno dei miei miglior anni. Mi sento molto comodo con la macchina, posso spingere sempre e ho un buon feeling a livello di competitività“.

La chiosa è comunque molto sconsolata e non sarebbe potuta essere altrimenti: “Non ho dei punti in campionato perché la mia macchina si ferma sempre. Purtroppo non posso fare molto..“.