Il due volte campione gela tutti: “Rinnovo? Non esiste alcuna trattativa”

Doccia gelata per tutti gli appassionati di Formula Uno e i tifosi di Renault: il due volte campione del mondo ammette lo stallo nel rinnovo.

Il mercato piloti impazza ed al giro di boa del calendario della Formula Uno la stagione sta emettendo i primi verdetti: c’è chi vince, chi convince, chi delude, chi potrebbe fare di più, chi è un annunciato disastro e chi discute con la propria scuderia sul futuro imminente. Il due volte campione del mondo Fernando Alonso si colloca a metà, tra chi sta facendo bene e chi ignora il proprio futuro, ma al momento non c’è dialogo riguardante il rinnovo di contratto con BWT Alpine ed il suo impegno con Renault terminerà a fine stagione.

Fernando Alonso
LaPresse

Non siamo pronti a vedere Fernando Alonso lontano da una vettura Renault, i nostri cuori di appassionati della Formula Uno potrebbero non farcela, perciò o BWT Alpine si decide a rinnovare il contratto ad El Nano immediatamente o ci sarà una rivolta tra i tifosi della scuderia francese che si avvicinerà per mole a quella che portò alla presa della Bastiglia.

Si scherza e si esagera, ovviamente, però è vero che i tifosi di BWT Alpine come chiunque altro appassionato di corse automobilistiche amano alla follia Fernando Alonso ed un valore così grande, anche se a quarantuno anni, proprio non lo si può perdere facilmente. Anche se un addio a Renault potrebbe riavvicinarlo a Ferrari… ma di questo parleremo dopo.

Tra neanche un anno BWT Alpine potrebbe presentarsi allo start di stagione con due nuovi piloti: Fernando Alonso non ha ancora rinnovato e nessuno in Renault l’ha contattato per farlo, le sirene di Mercedes e McLaren sono molto forti per Esteban Ocon e Oscar Piastri, terzo pilota della scuderia francese, potrebbe finire in Williams.

Dunque l’orizzonte in casa Renault è nebuloso, le dinamiche non sono chiare al momento e sembrano essere piuttosto smarriti e privi di una progettualità chiara, o banalmente sanno cosa fare ma non lo stanno dicendo a noi, comunque sia la Alpine A522 è una monoposto molto ambita insieme alla MCL36 di McLaren (se parliamo del “campionato degli altri” escludendo le tre scuderie di testa).

L’uomo dei record, il più longevo pilota della storia della Formula Uno rischia di rimanere senza una Renault sotto al suo sedere l’anno prossimo ma difficilmente se uno come Alonso finisce sul mercato poi ci resta per lungo tempo. In tal senso hanno destato un certo stupore le parola di Otmar Szafnauer, Team Principal di BWT Alpine che si è finto stupito e disinformato sull’argomento: “Non ci ho ancora pensato, ma è una bella domanda. Lui sta guidando in maniera brillante e sta facendo bene sia in qualifica che in gara. Questo è quello che importa, ora. Ma ci penseremo“.

A queste parole hanno fatto eco anche quelle di Fernando Alonso stesso, che leggermente piccato ma tutto sommato tranquillo ha gelato i fan, rivelando in maniera molto schietta che non c’è trattativa per il rinnovo al momento, dicendo così: “Al momento non esiste una trattativa con Alpine per il rinnovo del mio contratto. Il mio obiettivo è quello di continuare a correre, ma da adesso fino alla pausa estiva voglio concentrarmi solo sulle gare“.

Fernando Alonso: addio Renault, torna in Ferrari?

Credevamo che la storia tra Renault e Fernando Alonso non potesse finire mai, un po’ come nella celebre canzone di Gino Paoli quando l’artista spinge per fingere che non sia finita cantando “fai finta di non lasciarmi mai anche se dovrà finire, prima o poi, questa lunga storia d’amore“.. ma qui nessuno è pronto a veder tramontare Alonso o a percepirlo lontano da Renault.

Perciò qualora le cose non dovessero andare bene tra El Nano e BWT Alpine ecco che all’orizzonte si staglia un potenziale ritorno in Ferrari che commuoverebbe chiunque: l’occhio vigile di Mattia Binotto ed i vertici di Maranello avrebbe messo su l’idea di dirottare Alonso in Alfa Romeo, Power Unit della Ferrari nonché team satellite, così da affiancargli Mick Schumacher e formare una coppia da lacrime agli occhi per tutti i tifosi della rossa. In tal senso è un’opzione anche il ritorno di Sebastian Vettel, ma di questo parleremo poi.

Una sceneggiatura perfetta per un film strappalacrime, un idea buonissima per Ferrari: a Maranello ci stanno pensando e ci sperano, ma per questo bisognerà aspettare la decisione di Renault. Fernando Alonso rimane a tutt’oggi, anche a quarantuno anni, uno dei piloti più forti in pista nonché un membro utilissimo all’interno del team circa gli sviluppi per via della sua esperienza e conoscenza.