Juventus, pronto il vice-Vlahovic: è un top mondiale

La Juventus ha messo le mani su uno degli attaccanti più forti d’Europa: sarà il rincalzo o la spalla di Vlahovic?

La Juventus di Massimiliano Allegri è tra le squadre di Serie A più attive sul mercato. Dopo le ufficialità di PogbaDi Maria, fuoriclasse arrivati alla Continassa a parametro zero, il club bianconero è impegnato in una cessione illustre come quella di de Ligt.

Massimiliano Allegri
LaPresse

L’olandese, con ogni probabilità, saluterà la Juventus dopo tre stagioni, condite da uno Scudetto, una Coppa Italia e una Supercoppa italiana. Il Bayern Monaco, molto interessato al centrale classe 1999, è pronto a sborsare una cifra tra i 70 e gli 80 milioni di euro: il giusto compromesso tra l’offerta iniziale (50 milioni) e la richiesta bianconera (100 milioni).

Un tesoretto che la Juventus dovrà necessariamente reinvestire per un centrale, che molti hanno individuato in Bremer. Il difensore del Torino, premiato come MVP del ruolo nella scorsa stagione, piace anche all’Inter: si prospetta un derby di mercato coi nerazzurri dunque.

Parte dell’incasso proveniente dalla cessione di de Ligt, però, sarà destinata all’acquisto di un vice-Vlahovic. Il serbo è l’unica punta di ruolo nella JuventusAllegri ha già fatto presente alla società che almeno un altro centravanti è essenziale per la struttura della rosa bianconera. Ecco, quindi, l’idea della dirigenza delle ultime ore.

Juventus, ritorno di fiamma per Icardi: avviati i contatti col PSG

A stuzzicare la Juventus, stando a quanto si vocifera in Francia nelle ultime ore, sarebbe Mauro Icardi. L’attaccante argentino, che ha compiuto 29 anni lo scorso febbraio, è a Parigi da tre stagioni, ma esclusa la prima non ha trovato molto spazio.

Tante controversie: dalla situazione instabile, lo scorso anno, con la moglie Wanda Nara, alla resa in campo, che negli spezzoni di gara concessi da Tuchel prima e Pochettino poi, non ha soddisfatto il Paris Saint-Germain.

I francesi lo avevano prelevato dall’Inter, squadra in cui Icardi ha dato il meglio finora nella sua carriera, per 50 milioni di euro. Un grosso esborso, considerata anche la situazione da separato in casa che l’argentino stava vivendo nell’estate del 2019.

Tre anni più tardi, dopo tante voci che si sono susseguite anche durante i suoi anni in nerazzurro, Icardi potrebbe davvero raggiungere la Juventus. La clausola che frenava la cessione in Italia è scaduta lo scorso anno: il PSG avrebbe dovuto versare nelle casse dell’Inter un bonus da 20 milioni di euro se avesse ceduto Maurito in Serie A prima del 2022.

Adesso, con i vincoli non più ostacolanti e la valutazione di mercato scesa ai minimi storici, l’argentino è una delle occasioni più ghiotte sul mercato. Per strapparlo al PSG, la Juventus dovrebbe pagare circa 20 milioni di euro: una cifra esigua, certo, che però va subito contestualizzata all’ingaggio. A Parigi, Maurito percepisce 10 milioni di euro netti l’anno.

Uno stipendio monstre, che dovrà certamente abbassarsi: non sarà un problema perché un attaccante del suo calibro ha voglia di rimettersi in gioco e tornare nel campionato in cui ha fatto vedere il meglio di sé. Ormai, il termini “vice” in un calcio con 5 cambi e tantissime gare da disputare non esiste più: sarà, nelle rotazioni, uno dei titolari di Allegri.

Uno scenario che dovrà concretizzarsi, prima di parlare di cifre, formule e tattica, ma Icardi ha sicuramente voglia di rivalorizzarsi, anche nei panni di spalla di Vlahovic, proprio in quella Juventus che per anni ha cercato di strapparlo all’Inter.