Missione ritorno per Cristiano Ronaldo: un club italiano vicino al colpaccio

Un forte club italiano sarebbe prossimo a riportare Cristiano Rolando in Serie A: i dirigenti sarebbero a Manchester per chiudere il colpo.

C’eravamo tanto amati e l’avevamo tanto sognato e bramato, poi l’abbiamo toccato con mano e l’abbiamo visto dominare il campionato italiano a suon di gol, infine l’abbiamo visto fare le valigie a fine agosto ed andarsene al Manchester United (suo primo grande amore) tra i mugugni generali dei tifosi bianconeri ma forse forse ora potremmo riabbracciarlo: è quanto sperano i tifosi del Milan, in quanto numerosi rumor dall’Inghilterra starebbero riportando di un Cristiano Ronaldo prossimo a tornare in Serie A e firmare, grazie all’opera di convincimento fatta da Paolo Maldini, per il club rossonero.

Cristiano Ronaldo
LaPresse

Cristiano Ronaldo costa sempre tanto, è vero, ma spesso il primo anno le società se lo ripagano a suon di magliette col suo numero e nome (iconico ormai il suo acronimo CR7), e soprattutto quando uno così sbarca nel tuo campionato tutte le squadre finiscono per guadagnare di più tra diritti televisivi e nuove sponsorizzazioni.. perché tutti nel mondo fanno a gara per chiederti di fargli vedere uno come Cristiano Ronaldo.

Ma per un tifoso rivale è ovviamente controproducente e blasfemo chiedergli di tifare affinché uno come Cristiano Ronaldo venga nel proprio campionato, anche fosse per un altro club ma è così, anche se scomoda è la triste verità: la Serie A oggi è un campionato minore fatto da pochissime stelle, tanti debiti e pochissimo appeal.

Ma niente è perduto, almeno così parrebbe perlomeno: per i tabloid inglese e diversi account che parlano di news di mercato, ci sarebbero diversi rumor che starebbero dando per fatto il ritorno di Cristiano Ronaldo in Serie A e più precisamente l’attaccante portoghese che si firma CR7 sarebbe prossimo a diventare un nuovo calciatore del Milan.

La società rossonera aveva bisogno di un grande colpo lì davanti, serviva un bomber da doppia cifra sicura e a quanto pare l’avrebbe trovato: secondo i rumor britannici Paolo Maldini avrebbe fatto una comparsata al centro sportivo del Manchester United per parlare di mercato e alla fine sarebbe nata questa pazza idea anche grazie alle fila tirate da Jorge Mendes.

I soldi risparmiati sui contratti di Franck Kessié, Zlatan Ibrahimovic e Alessio Romagnoli permetterebbero così al Milan di firmare Cristiano Ronaldo per un biennale da venti milioni di euro netti a stagione, ammorbiditi grazie al Decreto Crescita che tanto sta aiutando i club a firmare grandi nomi in entrata, mentre per convincere il Manchester United a cedere il fenomeno portoghese non servirebbero niente di più che una quindicina di milioni di euro considerata l’età di Ronaldo e la sua volontà di lasciare Manchester a tutti i costi.

Cristiano Ronaldo vorrebbe ancora giocare la Champions League e di ritiro non ne vuole sapere, perciò per lui il Milan rappresenterebbe una grande opportunità ed il ragazzo per il club lo stesso. Neanche a dirlo, appena questi rumor sono spuntati sul web immediatamente i tifosi rossoneri sono impazziti di gioia pur non verificandone la fonte o la reale fattibilità e credibilità.

Cristiano Ronaldo va al Milan? Lo scenario certo, ad oggi

Ad oggi, e ripetiamo ad oggi, non c’è nulla che vada in questa direzione: queste sono fake news belle e buone, Cristiano Ronaldo starebbe sì cercando un club per accasarsi ma l’ingaggio elevatissimo, il suo egocentrismo e la sua tarda età starebbero rallentando i club nel provare ad acquistarlo.

Il Milan così non può permetterselo di certo e per Cristiano Ronaldo oggi si aprono solo le porte di due potenziali strade: rimanere al Manchester United e fare il possibile, andarsene al Paris Saint Germain sempre che il club parigino decida di affondare il colpo.

Ad oggi è impossibile Ronaldo al Milan dicevamo, però.. il contratto del ragazzo scade tra un anno e ha l’opzione per il rinnovo di un’altra stagione, ecco che Paolo Maldini potrebbe sfruttare una di queste due strade: o provare a prendere Cristiano Ronaldo tra un anno a parametro zero quando avrà trentotto anni e abbasserà per forza le sue richieste, o provare a fargli estendere il contratto e prenderselo in prestito un anno dallo United contribuendo in buonissima parte alle spese del suo ingaggio.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Nel frattempo su Cristiano Ronaldo pare stia lavorando intensamente El Cholo Simeone per portarselo a Madrid, sponda Atletico però.