PSG, Neymar ai saluti per far posto ad un top mondiale

Il PSG ha deciso: il brasiliano in uscita porterà la liquidità necessaria per formare il tridente dei sogni con Messi e Mbappé.

L’arrivo di Galtier in panchina e di Campos in dirigenza ha dato un nuovo volto e delle nuove linee guida al PSG. I parigini, dopo anni di spese folli ed ingaggi stratosferici sembrano intenzionati ad operare in maniera decisamente più mirata per tentare l’assalto alla Champions League.

Al-Khelaifi
LaPresse

Un’annata, quella appena conclusasi, fatta di luci ed ombre per il PSG. La vittoria della Ligue 1 era fondamentale, vista la clamorosa beffa della stagione precedente che aveva visto trionfare il Lille. In Coppa di Francia e soprattutto in Champions League, però, le cose non sono andate affatto come sperato dalla società.

Dopo il mercato faraonico della scorsa estate, che aveva visto approdare in Francia MessiDonnarummaHakimiWijnaldumSergio Ramos, il PSG era considerata una seria candidata alla vittoria finale. Certo, poi tutto può accadere nel calcio e una competizione come la Champions riserva sempre grandi sorprese.

Uscire però agli ottavi, seppur col Real Madrid laureatosi, poi, Campione d’Europa, ha decretato il fallimento del PSG. Una squadra che per quanto visto per 3/4 dell’andata e ritorno del primo turno d’eliminazione avrebbe meritato sulla carta il passaggio ai quarti, ma che si è sciolta poi come neve al sole davanti ad una corazzata forse inferiore sulla carta ma certamente più matura e con una mentalità inarrivabile.

Ecco, allora, lo sforzo economico per trattenere Mbappé a Parigi e costruirgli attorno una squadra che possa essere trascinante tanto quanto lo è stato nella passata stagione. A giorni si entrerà, invece, nel vivo per la cessione di Neymar. Il brasiliano, attualmente l’acquisto più costoso della storia del calcio in virtù dei 222 milioni di euro pagati per la sua clausola, da un paio di anni sta deludendo tutto il PSG.

Ci si aspettava potesse essere lui il vero trascinatore dei parigini, invece Mbappé con qualche anno di ritardo e meno tempo a disposizione ha dimostrato di avere le spalle abbastanza larghe per reggere il peso della Tour Eiffel.

PSG, il sogno è Cristiano Ronaldo

La dirigenza del PSG chiede almeno 50 milioni per liberarsi di Neymar, ma il vero scoglio per la cessione del brasiliano è quell’ingaggio, che attualmente percepisce, che va oltre i 30 milioni di euro netti l’anno. Una spesa che davvero poche squadre possono permettersi, e vista l’altalena di prestazioni del fantasista verdeoro negli ultimi anni, ancor meno sono quelle che vorranno spendere certe cifre.

Un acquirente, però, si troverà certamente per un calciatore della sua caratura. L’intenzione del PSG sarà poi quella di dirottare l’incasso al Manchester United per Cristiano Ronaldo. Il portoghese, ai ferri corti coi Red Devils, vuole regalarsi un’ultima stagione da protagonista in Champions League.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il sogno dei parigini è, dunque, quello di vedere Messi e Ronaldo giocare almeno una stagione assieme, con Mbappé a dar linfa vitale a tutto il reparto per provare a conquistare quella coppa che tanto desiderano in Francia.