Il Napoli perde un altro top: Spalletti furioso

Il Napoli è in trattativa per la cessione di un altro dei suoi gioielli: adesso, però, Spalletti chiede delle garanzie.

Il Napoli di Luciano Spalletti si prepara ad affrontare la prossima stagione orfana delle sue colonne portanti. InsigneKoulibalyMertens: a questi potrebbe, a breve, aggiungersi anche un altro big partenopeo. Il presidente, Aurelio De Laurentiis, è stato chiaro: nessun “tira e molla” per i contratti e adeguamenti al ribasso per abbassare il monte ingaggi.

Luciano Spalletti
LaPresse

Una scelta che ha fatto discutere, ma che aveva, in partenza, delle eccezioni: se con Insigne si era partiti offrendo uno stipendio poco superiore a quello precedente di circa 7 milioni, con Koulibaly Mertens la situazione si è evoluta in maniera molto diversa.

Il senegalese, approdato al Chelsea nelle scorse settimane, era da tempo tentato da un cambia d’aria: arrivato a 31 anni, dopo svariate stagioni al Napoli, era anche comprensibile volesse provare nuove esperienze. E ad ogni modo la società gli aveva offerto un rinnovo del contratto ad una cifra molto elevata: 6 milioni di euro l’anno.

L’offerta dei Blues, di 10 milioni netti, era francamente irrifiutabile. Così come per il Napoli stesso, che dal difensore Campione d’Africa ha incassato circa 40 milioni di euro. Parte di questi, poi, sono stati già reinvestiti sul difensore coreano Kim Min-jae, arrivato in Campania qualche giorno fa e già calatosi perfettamente nello spogliatoio, stando almeno a quanto hanno rivelato i social.

Per Ciro Mertens il discorso è simile: il belga ha lasciato la “sua” Napoli a parametro zero, dopo che le trattative per un nuovo contratto sono continuate anche dopo lo scorso 30 giugno. Lo stesso De Laurentiis ha dichiarato d’aver offerto 4,5 milioni al belga per un altro anno, ricevendo un rifiuto come risposta: “Se anche Mertens ne fa una questione di denaro, io non posso farci nulla”, ha sentenziato il patron azzurro qualche giorno fa.

Adesso, però, a tremare non sono solo i tifosi ma anche Spalletti, a conoscenza di queste dinamiche da tempo ed ora in una posizione delicata visto il semi-smantellamento della rosa. Un ruolo delicato il suo, che dovrà essere geniale nell’amalgare nuovamente il gruppo che vedrà, da qui alla fine del mese, nuovi arrivi e forse anche qualche illustre addio in più.

Napoli, Fabian Ruiz ha chiesto la cessione: il punto

A salutare la Campania potrebbe essere, nei prossimi giorni, Fabian Ruiz. Il centrocampista ventiseienne, al Napoli dal 2018, ha un contratto che scadrà il prossimo giugno. Già da qualche sessione si parla di una sua possibile cessione, ma la grandissima stagione disputata sotto la guida di Spalletti ha cambiato i piani in dirigenza: e quelli dello spagnolo?

Arrivato in Italia con la nomea del predestinato, su Fabian Ruiz all’epoca c’erano anche gli interessamenti di BarcellonaReal Madrid, ma alla fine la spuntò il Napoli per una cifra vicina ai 30 milioni di eurobonus compresi.

A distanza di quattro anni, il suo rendimento è stato a dir poco incostante: due ottime stagioni e due più cupe, influenzate però anche da diversi problemi fisici. Spalletti ha chiesto alla dirigenza di rinnovare il contratto allo spagnolo: vuole renderlo ancor più centrale nel suo scacchiere.

Ruiz però non sembrerebbe convinto dell’ipotesi di prolungare il suo soggiorno al Napoli: andare via a zero tra un anno sarebbe forse segno di irriconoscenza verso la squadra, per cui avrebbe chiesto la cessione già in questa sessione di mercato. Su di lui, il forte interesse del Barcellona di Xavi, che si starebbe liberando di Puig stando ai quotidiani spagnoli.

 

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo