FIA e F1 contro Hamilton? Secondo il pilota sì, accuse scioccanti

Lewis Hamilton ammette di aver preso in giro la FIA e la F1 quando queste cercarono di limitare il suo modo di essere prendendolo di mira.

Lewis Hamilton è così potente ed ha le spalle così larghe da riuscire candidamente ad ammettere di aver preso bellamente in giro sia la FIA che la Formula Uno, ovvero i due maggiori organi che controllano ed organizzano le corse di monoposto. Il sette volte iridato ha specificato di averlo fatto perché secondo lui era stato preso di mira con imposizioni ad hoc atte a disturbarlo.

Hamilton
LaPresse

Lewis Hamilton è un fiume in piena inarrestabile e a Vanity Fair vuota il sacco. Il sette volte iridato oggi è un trentasettenne con in testa il pensiero fisso di non saper cosa fare del suo imminente futuro: correre ancora nel 2023 o ritirarsi definitivamente? Ad oggi sembra più propenso a percorrere la prima strada, ma fino a pochi giorni fa era quasi certo il suo ritiro.

Questo perché Hamilton vorrebbe tanto vincere l’ottavo Mondiale F1, staccando Michael Schumacher e attestandosi come il più vincente pilota della storia, ma ad oggi Mercedes è molto meno competitiva di Ferrari e Red Bull e difficilmente riuscirà nel suo intento Lewis.

A complicare le cose poi ci hanno pensato FIA e F1 con un provvedimento che vietava ai piloti di indossare gioielli e piercing all’interno dell’abitacolo perché infiammabili, pericolosi e difficili da rimuovere in caso di manovre urgenti da fare sul posto. Questo provvedimento Hamilton l’ha vissuto molto male, sentendosi bersagliato e preso di mira in prima persona in quanto unico pilota in griglia con la passione per i gioielli.

Il Mondiale 2021 perso all’ultimo giro, FIA e F1 che studiano regole contro di te e la tua monoposto che non va, tre buone ragioni per mollare a trentasette anni. Ma Lewis Hamilton per ora sembra voler continuare, avendo messo finalmente da parte la delusione per questi tre fattori sgradevoli che hanno minato le sue certezze.

Lewis Hamilton reagisce: si burla di FIA e F1 in conferenza stampa

Dopo aver passato un anno rabbuiato e deluso finalmente Lewis Hamilton ha rialzato la testa, reagendo contro queste storie che l’hanno buttato giù di morale.

La delusione per il Mondiale perso è stata smaltita e la sua W13 di Mercedes si è fatta man mano più competitiva, nel frattempo ha mandato giù anche la storia dei gioielli ammettendo di aver preso in giro FIA e F1 per via della loro arretratezza mentale.

Hamilton ha così dichiarato in merito al fatto che a Miami si presentò in conferenza stampa ricoperto di tutti i gioielli ed i piercing in suo possesso, dicendo allora di averne due in parti intime al momento irremovibili: “È chiaro che fosse una cosa contro di me, sono l’unico che indossa i gioielli. A Miami mi stavo solo divertendo!