Francesco Bagnaia sognava di diventare un Jedi: curiosità sul pilota Ducati di MotoGP

Francesco Bagnaia è un giovane fenomeno tutto da scoprire, perciò eccovi alcune curiosità sul pilota della Desmosedici nonché idolo in Ducati.

Il giovane fenomeno pilota di Ducati è un ragazzo interessante tutto da scoprire, uno pieno di passioni rispetto a tanti colleghi che dedicano invece la loro intera vita unicamente ai motori senza pensare ad altro: andiamo dunque a conoscere meglio Francesco Bagnaia, per tutti Pecco, fantino formidabile della Desmosedici e aspirante campione del mondo in MotoGP che scoprirete essere un abile chef tanto quanto un adorabile nerd.

Bagnaia
LaPresse

Siamo abituati a vedere i piloti, di moto o macchine che siano, come ferrei generali dediti unicamente alla causa dei motori, persone serie e concentrate, squali da pista integerrimi come Michael Schumacher, Fernando Alonso, Marc Marquez, Lewis Hamilton, Casey Stoner o Jorge Lorenzo… Francesco Bagnaia invece no, non è decisamente così anzi è molto più simile ad un giocherellone come Valentino Rossi o Daniel Ricciardo.

Pesarese classe ’97, Francesco Bagnaia per tutti Pecco, questo perché la sorellina da piccola non riusciva a chiamarlo Francesco, è un ragazzo vivace e pieno di passioni che vale la pena raccontare attraverso numerose curiosità.

Innanzitutto sappiate che non dedica la sua vita ai motori, anzi, segue il calcio ed è tifosissimo della Juventus, inoltre sotto sotto è un vero nerd appassionato di film e serie tv cardini della cultura pop quali Harry Potter, Il Signore degli Anelli, Stranger Things e Star Wars. Proprio dall’universo creato da George Lucas voleva rubare il lavoro a Obi-Wan Kenobi, infatti da piccolo sognava di diventare un cavaliere Jedi.

Bagnaia inoltre è un abilissimo cuoco ed il suo profilo di Instagram riporta numerosi post con video e foto di lui all’opera davanti ai fornelli, ed oltre al calcio segue assiduamente anche la Formula Uno e adora praticare snowboard, basket e pesca.

Pecco Bagnaia ama leggere biografie di grandi sportivi e storie inerenti ad imprese e vittorie storiche, ha una grande collezione di sneakers a casa e non ha un genere musicale preferito, bensì ascolta di tutto.

Scoprendo Francesco Bagnaia: le curiosità inerenti alle corse

Partiamo dal suo stile di vita, tatuatosi addosso dopo che una fan glielo gridò nel 2016 nella sua ultima gara in Moto 3: “Enjoy the race and go free“, cioè goditi la gara e guida libero.

Ma perché Pecco corre col numero 63? Anche qui c’è una storia dietro: da sempre grande fan di Nori Haga scelse per lui il 41 ma dovette poi cambiare in Moto 2 perché già occupato e così andò sul 21, in onore di Troy Bayliss. Successivamente in MotoGP lo trovò occupato da Rins e perciò scelse di triplicare quel numero che diede 63 come risultato.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Bagnaia è da sempre grande fan della Ducati ed ha tre grandi sogni nel cassetto: vincere il Motomondiale in sella alla Desmosedici, avere Casey Stoner come coach fisso e correre a Laguna Seca con la Ducati del 2007.