Calcio, derby scaramantico

I tecnici di Lazio e Roma si passano la patata bollente e non accettano entrambi il titolo di favoriti. Il guanto di sfida lo lancia Claudio Ranieri: “Sarà una gara molto difficile, ma anche molto bella da giocare, con una cornice di pubblico stupenda. Di solito però la squadra che sta più in alto in classifica non è la favorita. I tifosi laziali poi sono stati a Formello a chiedere ai giocatori di salvare la stagione con una vittoria. No, non ci sono favoriti. Andiamo in campo e ce la giochiamo”. Reja capisce subito il “gioco” del collega e risponde: “Non credo che siamo noi a partire con i favori del pronostico, basta guardare la classifica per capirlo. Il tecnico romano mette le mani avanti e fa bene, ma non sono d’accordo con lui, visto che siamo 31 punti sotto”.

Reja sa di avere a disposizione due risultati su tre, mentre Ranieri non vuole mettere pressione ai suoi giocatori. “Una nostra vittoria servirebbe di certo a dare una grande soddisfazione ai nostri tifosi. In un anno così, sarebbe un grande successo – sostiene il tecnico laziale -, ma a noi anche un pareggio potrebbe bastare, mentre loro sono obbligati a vincere per inseguire lo scudetto. Dobbiamo fare la partita perfetta e siamo pronti anche dal punto di vista mentale”. L’allenatore giallorosso appare anch’egli tranquillo: “Non cambia niente, da quando siamo partiti abbiamo pensato sempre e solo a noi stessi. Questa deve essere la nostra forza, la nostra guida. Dobbiamo metterci lavoro, impegno e sacrificio. Sappiamo di dover continuare così. È un campionato bellissimo. Dobbiamo proseguire con serenità e determinazione. Il nostro popolo lo sa: è lui a darci energia, la stessa che noi mettiamo in campo”.

About Martin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *