Calciopoli, Giraudo influenzava il campionato

Giraudo non limitò la sua attività al perseguimento degli interessi della sua società, ma fu pienamente coinvolto nell’intero ambito di operatività del sodalizio”. Il giudice Eduardo De Gregorio è molto chiaro nella scrittura delle motivazioni della sentenza emessa con rito abbreviato sullo scandalo Calciopoli il 14 dicembre scorso.

Giraudo è stato ritenuto responsabile di associazione per delinquere. Nell’ambiente calcistico il suo peso appare al giudice “compatibile sul piano logico piuttosto che con la sua qualità di amministratore di una società avente pari dignità con le altre, con la sua appartenenza ad un gruppo organizzato e influente sulle cose del calcio”.
Continua De Gregorio “Un sodalizio che ebbe lo scopo di determinare l’andamento del campionato di calcio 2004-2005”.

About Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *