Il Manchester Utd stende il Chelsea 3 a 1 e conquista il Community Shield

Gli uomini di Sir Alex Ferguson mettono le mani sul primo trofeo stagionale. Nella splendida cornice di un Wembley, il Manchester Utd sconfigge il Chelsea per 3 a 1 e arrichisce la bacheca di “Old Trafford” con il 18° Community Shield della storia dei “Red devils”. I “Blues” di Londra scendo in campo senza la giusta convinzione e i primi quarantacinque minuti portano il marchio dello United. Al 41′ Wayne Rooney, scattato sull’out di destra, si beve l’intera difesa avversaria e offre un delizioso assist all’accorente Valencia che, arrivato puntuale all’appuntamento con il gol, deposita il pallone in rete e regala il vantaggio allo United. Si apre il sipario sulla seconda frazione e Sir Alex decide di giocarsi i 3 cambi facendo entrare Berbatov, Hernandez e Nani per Owen, Rooney e Park. Nell’intervallo Ancelotti striglia i suoi e nel secondo tempo il Chelsea riesce a rendersi pericoloso più volte. Un Edwin Van Der Saar in grande spolvero, però, blinda la porta del Manchester e  impedisce ai “Blues” di riagguantare il meritato pareggio. Arginati gli assalti avversari, i “Red devils” trovano il raddoppio al 76′ grazie a un gol del nuovo acquisto Hernandez che, assistito da un po’di fortuna, bagna il suo esordio con la rete del 2 a 0. Quando ormai gli uomini di sir Alex sembrano poter amministrare senza difficoltà i restanti 15 minuti di gara, una rete di Kalou, che insacca una corta respinta di Van der Saar, ridà speranza ai suoi e regala al pubblico di Wembley un finale incandescente. Il Chelsea si riversa in avanti alla caccia del pareggio ma la difesa del Manchester, con caparbietà e determinazione, custodisce il prezioso vantaggio fino al 90′. A tempo oramai scaduto, infatti, Berbatov si insinua in una difesa avversaria sbilanciata e beffa Hilario con un pregevole pallonetto. Il gol del bulgaro fissa il risultato sul definitivo 3 a 1 e sancisce l’inizio dei festaggiamenti per i tifosi dei “Red Devils”

About Martin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *