Sbk, la Kawasaki del futuro

Sono lontanissimi i tempi in cui la casa giapponese vinceva il mondiale Superbike (correva  il 1993 quando la Kawasaki vinse il suo unico titolo mondiale con Scott Russell).
Vedere le due Kawasaki ZX 10R ufficiali in penultima fila, con le due “sorelle” clienti del team Pedercini alle loro spalle, non deve aver fatto piacere ai vertici della casa giapponese. Ad ogni buon conto non sembra che il management si preoccupi troppo delle figure non certo positive, fatte dalla loro quattro cilindri.

Sembrava che dal 2010 le cose dovessero cambiare, ma poi qualcosa non è filato per il verso giusto. In parte ha contribuito anche la brutta caduta di Chris Vermeulen a Phillip Island che sta costringendo l’australiano ad un lungo calvario per recuperare il danno ai legamenti.
Il suo compagno di squadra, Tom Sykes, sembra non all’altezza di un team ufficiale e non può dare grande apporto al team.
Le ultime notizie danno per certo l’avvio del programma 2011. In agosto si svolgerà una serrata serie di test, il primo dei quali in Giappone, sul circuito di Autopolis (di proprietà della Kawasaki) dove Vermeulen e Sykes, oltre ai collaudatori metteranno alla frusta la ZX 10R in versione 2011. La squadra di trasferirà poi in Europa per provare sul alcuni circuiti del Vecchio Continente anche per effettuare dei test comparativi.

In Kawasaki tutti si augurano che questa nuova ripartenza sia anche quella buona!

About Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *