Moto Gp, Rossi ‘ringrazia’ il vulcano islandese e si prepara per Jerez

Valentino Rossi spera che la caduta di dieci giorni fa non lo condizionerà a Jerez, sede del Gp di Spagna in programma domenica prossima: “È stato un peccato non andare in Giappone per la gara di casa della Yamaha, ma ci andremo ad ottobre e per me è stata un po’ una fortuna avere questa settimana extra”. Rossi, caduto mentre si allenava con la moto da cross, ha avuto il tempo per recuperare grazie al rinvio della gara di Motegi a causa della nube causata dall’eruzione del vulcano islandese. “Non mi sono fatto nulla di grave nella caduta, ma ero abbastanza dolorante alla spalla e perciò avere più tempo per recuperare è stato positivo. Non so ancora quanto questo mi condizionerà questo weekend, spero non troppo”.

Il campione del mondo si è imposto nella prima gara stagionale in Qatar, approfittando di una caduta di Casey Stoner. Il Mondiale è cominciato nel migliore dei modi e la tradizione di Rossi a Jerez è più che positiva: sette vittorie complessive, l’ultima un anno fa. Il ‘dottore’ è concentrato e non abbassa la guardia: “La vittoria in Qatar è stata fantastica ma proprio lì ci siamo resi conto che in alcune aree ci manca qualcosa rispetto ai nostri rivali, perciò abbiamo molto lavoro da fare. Mi piace correre a Jerez, l’atmosfera è incredibile e i fans in Spagna sono fantastici. L’anno scorso – conclude – ho colto una grande vittoria e spero che potremo ripeterci anche stavolta”.

About Alex

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *