Nba, risultati notte: super Wade trascina Miami contro Milwaukee

La strana coppia: Wade e LeBron James, devastanti anche ieri contro Milwaukee

NBA RISULTATI NOTTE – Nella notte di Nba continua la corsa di Miami, Chicago e Atlanta alla capolista Boston, nella Eastern Conference. Gli Heat hanno sconfitto Milwaukee per 88-78 grazie a un super Wade, autore di 25 punti e 14 rimbalzi. Partita giocata dall’inizio alla fine sul filo del rasoio e decisa al secondo tempo, quando il parziale, segna 21-14 per gli ospiti: negli altri tre quasi una perfetta parità, essendosi conclusi 25-21, 23-24, 19-19 per Miami. La squadra di LeBron James ringrazia Atlanta che ha battuto Orlando 80-74, permettendole di avvicinarla in classifica. Anche qui gara bellissima e molto equilibrata, questa volta sino all’ultimo tempo che è risultato il decisivo. Dopo un 19-19, 17-15, 18-19, nell’ultimo quarto arriva un 26-21 che permette agli Hawks ti portare a casa la vittoria, firmata Smith, che mette a referto 19 punti e 13 rimbalzi. Anche Chicago non perde l’occasione di rosicchiare qualche punticino alle primissime della classe e vince la sua gara contro Oklahoma City per 99-90, anche se soffrendo non poco nell’ultimo quarto. Partita che già nel primo tempo si incanala verso la vittoria dei padroni di casa che chiudono 24-22, per poi replicare nel secondo con un 29-26 e dilagare nel terzo con un 29-18: nel quarto, forse sicuri di aver già vinto, abbassano la guardia e per poco non ricevono una bella sorpresa. Per loro fortuna la rimonta ospite si ferma sul 24-17! Vittoria che anche qui ha una firma ben precisa: Boozer, autore di ben 29 punti e 12 rimbalzi. Anche New York approfitta del ko di Orlando e si avvicina alla vetta battendo Minnesota 121-114. I Knicks giocano una gara dai due volti: pessima nei primi due tempi, dove infatti gli ospiti chiudono 36-32 e 32-29, e fantastica nel terzo, dove ribaltano il risultato con un roboante 31-18 prima di vincere anche l’ultimo per 29-28. Per le statistiche i 34 punti di Stoudemire, fondamentali per la vittoria finale, mentre per i Timberwolves serata di grazia, peccato inutile, di Love, autore di 33 punti e 15 rimbalzi. Infine grande vittoria di Indiana contro Totonto per 124-100. I padroni di casa ammazzano il match già nei primi due tempi, chiusi, rispettivamente, 31-18 e 37-26, prima di rilassarsi e giocare in scioltezza gli ultimi due, finiti 21-23 e 35-33: fondamentali i 26 punti di Rush. In classifica dopo Boston e Orlando, ci sono tutte le squadre vittoriose nella notte: in ordine Miami, Chicago, Atlanta, New York e Indiana.

Nella Western Conference si sono giocate solo due gare: un testa-coda e uno scontro tra le ultime della classe. La prima è stata la sfida tra Memphis e Utah, vinta dai padroni di casa 94-85. Partita molto equilibrata fino alla fine, dove i Jazz sono riusciti a imporsi per tre parziali, su quattro, chiusi con 4 punti di vantaggio (20-16, 21-24, 25-29 e 24-20). Anche qui il mattatore dell’incontro ha un nome: Williams, autore di 27 punti e 8 assist. L’altra sfida era quella tra Sacramento e Los Angeles Clippers, vinta da i padroni di casa, i Clippers, per 98-91. Anche qui gara dai due volti per Los Angeles: pessima nel primo e nell’ultimo quarto, persi rovinosamente per 20-16 e 28-19, ma a cui sono bastati un secondo e terzo tempo giocati alla grandissima per portarsi a casa la vittoria (34-24 e 29-19 i parziali). Merito anche dei 29 punti di Gordon. Alla luce di questi due risultati, Utah si porta a ridosso di San Antonio e Dallas in vetta, mentre i Clippers scavalcano Sacramento in fondo, lasciando i Kings all’ultimo posto.

About Gianmatteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *