Quartararo si scusa con i tifosi: “Errore imperdonabile”

Ai grandi professionisti, Fabio Quartararo incluso, capita di commettere degli errori. Tuttavia, il giudizio finale non è sempre positivo.

Quello che è accaduto a Quartararo, è un tipico esempio di come alle volte anche i professionisti più seri e scrupolosi possano commettere degli errori. La cosa migliore da fare in questi casi, è chiedere scusa e ricominciare da zero sperando non ricapiti più.

Quartararo
ANSA Foto

Naturalmente, la rabbia in questi casi ci può assolutamente stare. Dopotutto, ogni professionista sogna grandi traguardi. Traguardi che, per forza di cose, si raggiungono a suon di risultati utili e prestazioni convincenti.

Ma in questo caso, per il famoso pilota targato Yamaha è stata veramente una batosta dura da digerire. Un episodio sicuramente insolito, per un pilota che ha sempre avuto modo di vivere degli ottimi momenti di forma di per sé.

Un weekend che non va come dovrebbe può certamente capitare a chiunque. E quando capita, come accennato sopra, l’unica cosa che rimane da fare è ripartire da zero per far sì che non riaccada nuovamente.

La mancata chance del terzo traguardo consecutivo di fila, così, non è arrivata. E per Quartararo, a quanto pare, questo è stato un colpo molto duro da incassare. Per una serie di motivi che, tra strategia e tecnica, si sono praticamente schierati in totale sfavore del pilota in questione.

Nonostante il giro di prova e il circuito libero siano andati molto bene, la gara in sé purtroppo ha rivelato un esito decisamente deludente. In seguito a tale avvenimento, è così arrivato il mea culpa da parte dello stesso pilota.

Quartararo col cuore in mano: arrivano le scuse ai fan

Dopo la prestazione deludente, da grande professionista quale è, le scuse di Quartararo non hanno di certo tardato ad arrivare. Nonostante al pubblico talvolta nulla sia dovuto, il pilota di casa Yamaha ci teneva molto a chiarire alcuni aspetti in merito a questo insolito downgrade.

Sostanzialmente, il pilota ha ammesso di aver anticipato troppo la fase di attacco, ponendosi sull’offensiva come se fosse l’ultimo giro. Così, le sue chance di trionfo si sono spente proprio durante l’assalto in curva 5.

La caduta che ha subito, inoltre, nonostante non gli abbia provocato chissà quali danni è stata comunque parte di una giornata non proprio fortunata. Nonostante il periodo che il professionista sta vivendo non sia dei migliori, tra sfuriate e controversie, si può essere certi del fatto che finirà tutto molto presto.