Alfa Romeo lascia la F1 e divorzia dalla Sauber: il retroscena sul prematuro addio

Alfa Romeo alza i tacchi e se ne va, lascia la F1 e divorzia da Sauber ma le tempistiche sono sospette: qualcuno ha agito scorrettamente?

Qualcosa non torna nelle dichiarazioni dei vertici di Alfa Romeo e nelle tempistiche del loro addio alla Formula Uno ed al team di Sauber, a maggior ragione ora che viene ufficializzato l’ingresso di un nuovo enorme marchio nelle corse di monoposto a partire dal 2026. Insomma, è tutto poco chiaro e pare qualcuno abbia agito scorrettamente, almeno stando a quanto dicono le voci di corridoio.

Alfa Romeo
Pixabay

La notizia è certa, con tanto di comunicati: Alfa Romeo lascerà la Formula Uno nel 2023 divorziando in via definitiva dal team Sauber, interrompendo dunque anche la partnership con Ferrari in quanto team satellite voluto all’epoca da Sergio Marchionne.

Di tutta risposta e solo pochissime ore prima veniva invece ufficializzato l’ingresso in Formula Uno a partire dal 2026 di Audi, marchio della Volkswagen che a breve potrebbe portare anche Porsche nel giro delle corse di monoposto, che pare proprio che con Sauber stringerà un accordo di collaborazione.

Qualcosa non torna, poche settimane fa il Team Principal di Alfa Romeo, il buon Frederic Vasseur, aveva dichiarato che non avrebbero lasciato e che sarebbero andati avanti per anni in Formula Uno con tanto di strada tracciata e progetto serio pensato. Le cose sono rapidamente cambiate ed il tutto è un po’ sospetto, come se Audi fosse entrata per volere di qualcuno ed Alfa Romeo si sia sentita tradita ed abbia prematuramente lasciata perché messa all’angolo da giochi di potere.

Alfa Romeo lascerà nel 2023 la Sauber mentre Audi entrerà solo dal 2026 e non è chiaro se lo farà come undicesima scuderia o se anch’essa si prenderà il blocco ex BMW, ma in tal caso passerebbe sotto il satellite di Mercedes lasciando l’universo Ferrari… ed è questo che sta alimentando le voci secondo le quali ci sarebbe un uomo dietro questa macchinazione.

Audi in, Alfa Romeo out: chi è l’uomo nell’ombra dietro lo stravolgimento?

Voci di corridoio, rumor, parole dette a mezza bocce, verità scomode ascoltate attraverso le pareti… insomma, qualcuno pare stia insinuando che ci sia Toto Wolff dietro tutto questo.

Il piano del Team Principal di Mercedes sarebbe semplice quanto efficace: con Williams che ben presto lascerà l’inefficiente motore cliente di Mercedes, verosimilmente passando a uno Renault o Porsche, Wolff avrebbe avuto bisogno in tempi rapidi di un altro team satellite e pertanto soffiandolo a Ferrari avrebbe indebolito una rivale e rinforzato il proprio gruppo.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Quanto c’è di vero? Difficile a dirsi, ma abbiamo imparato che giochi di potere e biechi trucchetti in Formula Uno sono all’ordine del giorno, perciò tutto può essere e Toto Wolff è un uomo astuto che ottiene sempre ciò che vuole.