Suzuki, problema serio: il pilota dovrà operarsi

Dopo un lungo infortunio il pilota di Suzuki pare dovrà fermarsi di nuovo e stavolta necessiterà di un’operazione per poi tornare in pista.

Non è stata un’annata semplice per Suzuki, va detto, oltre all’annuncio ufficiale di addio alla MotoGP dopo anni e anni che ha lasciato un velo di tristezza cadere su tutti gli appassionati di motori, ci si è messa anche la sfortuna: il loro miglior pilota si è fatto infortunato ed è stato fuori per un po’ ed ora rischia di saltare anche il gran finale, pare debba operarsi.

Joan Mir
LaPresse

Dopo diciotto anni di onorato servizio Suzuki si congederà dalla MotoGP, lasciando un vuoto incolmabile nei cuori di tutti gli appassionati e soprattutto scaricando numerosi professionisti di enorme talento che lavorano per il team giapponese.

Già questa notizia è stata sufficiente a non far vivere serenamente la stagione a nessuno in quel di Suzuki, tutti all’opera con questa spada di Damocle sulla testa e con un contratto di lavoro strappatogli a fine campionato. Ma tant’è, si è professionisti e si va fino in fondo, lavorando come pazzi fino alla fine e i risultati si sono visti col meraviglioso successo di Phillip Island.

Ci si è messa anche la sfiga però a complicargli la stagione e rovinare l’umore a tutti, perché il loro miglior pilota Joan Mir, campione del mondo in MotoGP nel 2020, si è infortunato seriamente a Spielberg cadendo al primo giro: gli esami evidenziarono danni ossei ed altri ai legamenti della caviglia destra, con la frattura dell’astragalo.

Per Suzuki è stata una dura botta, Mir è rimasto fuori per quasi due mesi saltando quattro appuntamenti del Motomondiale ed è rientrato solo da pochissime settimane correndo a Phillips Island e a Sepang (ottenendo due piazzamenti tremendi: 18° e 19°).

Per il gran finale che si terrà a Valencia il buon Joan Mir, maiorchino di nascita e pertanto lieto di correre in Spagna, ci teneva ad esserci un po’ per salutare i suoi molti tifosi che soprattutto lì si faranno sentire ed un po’ per omaggiare Suzuki all’addio definitivo dalla MotoGP… eppure pare che Mir potrebbe non esserci a Valencia, complice un intervento chirurgico.

Joan Mir ancora KO? Necessita un intervento chirurgico

A quanto pare Joan Mir potrebbe non esserci a Valencia, almeno non in sella, bisognerà capire un attimino i tempi di recupero. Questa non ci voleva, il ragazzo aveva già sofferto abbastanza in questa stagione.

Durante il Gran Premio della Malesia, negli ultimi giri, ha improvvisamente accusato un calo di potenza nel braccio che gli impediva di frenare perché l’avambraccio si induriva: questa sindrome compartimentale è nota come Arm Pump, il pilota ha dichiarato di non averne mai sofferto prima e che ora procederà con un intervento chirurgico per risolverla.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Ora resta da capire come e quando: Joan Mir vuole esserci a Valencia ma vuole anche risolvere la questione quanto prima per presentarsi in Honda, dove correrà dal 2023 affiancando Marc Marquez, in pienissima forma smagliante e far così capire a tutti che gli infortuni sono alle spalle e che il maiorchino è tornato competitivo.