MotoGP, la resa dei conti: la situazione prima del gran finale

Il Motomondiale 2022 giunge infine alla sua ultima tappa: in quel di Valencia si deciderà tutto, ecco la situazione prima del gran finale.

Dopo diciannove gare il Motomondiale 2022 si appresta a vivere il suo ultimo weekend, la ventesima tappa che si correrà sul circuito Ricardo Tormo di Valencia e che eleggerà il campione del mondo: solo due piloti sono rimasti in gara per la vittoria del titolo, uno distante ventitré lunghezze dall’altro, ma il podio alla base non è ancora deciso e i ribaltoni sono dietro l’angolo.

GP Valencia
LaPresse

Il Motomondiale 2021 si è concluso con la vittoria di Fabio Quartararo che ha battuto Pecco Bagnaia di ventisei lunghezze, anche se il Mondiale Costruttori è stato vinto da Ducati che ha buggerato Yamaha di ben quarantotto punti.

Con l’attenuarsi dell’espandersi del virus pandemico Covid 19 innanzitutto sono tornate a calendario numerose tappe ed anche lo spettacolo ne ha positivamente risentito, con gli introiti che sono cresciuti e molta gente che è tornata sugli spalti.

Quest’anno la musica sembra cambiata non solo per quanto riguarda l’organizzazione ma anche per ciò che si è visto in pista: la Ducati ha demolito la concorrenza vincendo il titolo Costruttori ed il titolo Team, mentre nell’ultima tappa si giocherà il titolo Piloti che qualora dovesse acciuffare realizzerebbe così il Treble tanto desiderato che li consegnerà alla storia.

La Ducati deve il suo enorme successo anche al suo strepitoso progetto che è cresciuto a dismisura, acquisendo potere in MotoGP: il team rosso di Borgo Panigale ha schierato addirittura otto Desmosedici in pista suddivise in due per il Team Factory, due per il team satellite Pramac, quattro nei team clienti VR46 e Gresini Racing.

L’ultima tappa del Motomondiale 2022 andrà in scena dal 4 al 6 novembre in quel di Valencia, la gara si correrà sul circuito Ricardo Tormo ed eleggerà il campione del mondo con la sfida che ormai si è ridotta ad un uno contro uno tra Pecco Bagnaia e Fabio Quartararo… la rivincita dello scorso Motomondiale, con il ducatista in enorme vantaggio sul rivale francese.

GP Valencia, l’ultima gara: cosa dice la classifica?

Dunque arriva Valencia e si va esaurendo anche questo Motomondiale che è stato a dir poco spettacolare ed emozionante, ma c’è ancora una gara da portare a compimento e pertanto andiamo a dare un’occhiata alla classifica.

Le delusioni più grandi sono state quattro e da tutti loro ci si aspettava qualcosa di più: solo ventesimo Di Giannantonio con soli 23 punti, ancora più deludente Franco Morbidelli in diciannovesima piazza con soli 36 punti, male anche Alex Marquez e Pol Espargaro poco più su con 50 e 56 punti.

Con qualche infortunio di meno avrebbero potuto fare sicuramente di più Joan Mir e Marc Marquez, fermi in quindicesima e dodicesima piazza con 77 e 113 punti, bene invece all’esordio Luca Marini e Marco Bezzecchi (eletto Rookie of the Year) del team VR46 a metà classifica con 111 e 106 punti.

Saliamo ed è duello tra Enea Bastianini ed Aleix Espargaro per la terza posizione con lo spagnolo di Aprilia che è al momento a 212 punti mentre La Bestia è lì sotto a -1, ma ad oggi è più performante, mentre lassù Fabio Quartararo è secondo a -23 da Pecco Bagnaia e l’unico modo affinché lo superi è quello che il francese di Yamaha vinca a Valencia e il ducatista ottenga non più di un punticino… perciò Nuvola Rossa ha la chance della vita.

Impostazioni privacy