Ferrari, aria di rivoluzione: i nomi dei colpevoli della brutta stagione

C’è aria di rivoluzione in Ferrari e stavolta sembrano essere venuti fuori nomi e cognomi dei responsabili di questa tremenda stagione.

Purtroppo, o per fortuna a seconda di chi tifate, la stagione della F1 è terminata e per Ferrari è un vero sollievo considerando com’è andata. Charles LeClerc e Carlos Sainz, ma anche la F1-75, hanno fatto il possibile, i colpevoli sono altri ed ora stanno venendo fuori i nomi. Si parla sempre di Mattia Binotto, ma è in larga compagnia!

Muretto Ferrari
LaPresse

Con la doppietta siglata da Red Bull e Max Verstappen si è concluso anche questo Mondiale dei F1, dominato sì, ma comunque divertente ed emozionante. Gli uomini in blu e arancione hanno stravinto per due motivi fondamentalmente: sono stati a dir poco perfetti e i loro rivali designati ne hanno combinate di tutti i colori. Ovviamente la rivale di Red Bull era la nostra Ferrari.

In questo campionato noi ferraristi abbiamo assistito a la qualunque: strategie imbarazzanti che floppano, monoposto che si rompono da sole, piloti sconsolati e dichiarazioni indecenti. Il clima e l’umore in casa Ferrari è andato via via compromettendosi: dopo i primi successi e le aspettative alte date da una F1-75 formidabile si è passati al baratro dei problemi.

Ora basta, francamente non se ne può più e alcuni rumor usciti nelle ultime ore sembrano venire incontro al volere dei tifosi. Secondo le suddette voci, che in quanto tali vi ricordiamo di prendere con le pinze, il presidente della rossa John Elkann a breve darà una bella sgrullata ai vertici del team.

Licenziamenti in tronco e sostituzioni, dunque, parrebbe che finalmente ci siamo! Se questi rumor avessero ragione allora avremmo già in mano la lista di chi Elkann ha ritenuto maggiormente responsabili del disastroso anno di Ferrari e anche dei loro potenziali sostituti.

Ferrari, fuori i responsabili: ecco chi rischia e chi può sostituirlo!

Come detto, si fa presto a parlare di Mattia Binotto in quanto Team Principal e uomo più in vista, ma non è il solo sulla graticola. Secondo i suddetti rumor sono ben quattro gli uomini del muretto Ferrari a rischiare il licenziamento.

Il primo è chiaramente Mattia Binotto, principale responsabile del team e già largamente criticato anche da Ralf Schumacher per il suo operato. Il Team Principal è da diverso tempo nell’occhio del ciclone in quanto “allenatore” responsabile della squadra e si sa che quando gira male il primo che salta è il tecnico.

Al suo posto rumor insistenti vorrebbero il fresco di ritiro Sebastian Vettel nuovo Team Principal Ferrari, trattativa che qualora si realizzasse darebbe il via ad una festa tra i ferraristi. Tutti amano Vettel, figurarsi i supporters del team di Maranello: vederlo tornare sarebbe meraviglioso, riporterebbe tutti ai vecchi fasti gioiosi!

Sebastian Vettel
LaPresse

Non solo Binotto però, come detto rischiano anche altri: lo stratega Inaki Rueda, il direttore Laurent Mekies e l’ingegnere Xavier Marcos (personale di LeClerc). I nomi come loro successori sono numerosi: si parla del Team Principal Frederic Vasseur di Alfa Romeo che verrebbe a gestire la direzione del team, di Kimi Raikkonen come potenziale nuovo stratega, sembra tornare in auge anche il nome di Antonello Coletta come possibile direttore.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Insomma i nomi sono molteplici e la situazione in casa Ferrari è delicata. I quattro maggiori responsabili sarebbero stati individuati e messi nel mirino di Elkann dopo esser finiti anche sul taccuino nero dei tifosi. L’aria a Maranello e nel box Ferrari sembra stia per cambiare.