Formula 1, stipendi da capogiro: ecco quanto guadagnano i piloti, altro che i calciatori

Vi siete mai chiesti quanto guadagnano i piloti di Formula 1? E se vi dicessimo che mediamente fanno impallidire gli stipendi dei calciatori?

Vi siete mai chiesti quanto guadagnano gli assi delle varie scuderie per girare a mille all’ora su quei bolidi chiamati monoposto? La risposta è moltissimo, i piloti di Formula Uno guadagnano cifre inimmaginabili e mediamente percepiscono molto più stipendio dei calciatori ad esempio, guadagnando cifre paragonabili al mondo della NFL e del football americano, se consideriamo poi la durata di alcuni contratti e le sponsorizzazioni

stipendi F1
LaPresse

Cominciamo col dire che la Formula Uno non è uno sport popolare come il calcio, bensì un circus esclusivo per gente con fior fior di quattrini in tasca, gente che può aiutare le scuderie, che può sponsorizzarle, che può comprarsi le ammissioni e finanche i team interi (come ha fatto Stroll Sr), perciò in Formula Uno non sentirete mai la storia del piccolo pilota cresciuto nelle favelas che è arrivato a vincere tutto partendo dal nulla.

In Formula Uno perciò ci arrivi già benestante, anzi ricco sfondato, in più le sponsorizzazioni sono talmente tante e così remunerative che gonfiano a dismisura la cifra base del tuo stipendio che ti gira la scuderia per la quale corri. Già, ma quanto percepiscono quindi di stipendio i piloti? Andiamo a scoprirlo.

Escludendo sponsorizzazioni e bonus lassù in vetta alla classifica dei piloti più pagati troviamo Max Verstappen e Lewis Hamilton, rispettivamente campione del mondo in carica di ventiquattro anni il primo e sette volte iridato di trentasette anni il secondo, che al momento percepiscono uno da Red Bull e uno da Mercedes la bellezza di 40 milioni di sterline. E Verstappen a queste cifre ha rinnovato fino al 2028 signore e signori…

Distacco enorme dagli inseguitori che comunque percepiscono cifre enormi: al terzo posto troviamo Fernando Alonso stipendiato da Alpine per 15 milioni di sterline l’anno e col passaggio in Aston Martin guadagnerà anche di più, seguono Lando Norris e Daniel Ricciardo che in McLaren percepiscono 12 milioni e 11 milioni, stessa cifra quest’ultima che si intasca anche l’ormai prossimo al ritiro Sebastian Vettel da Aston Martin.

F1, i piloti meno paperoni: chi sono gli altri e quanto guadagnano?

Come abbiamo visto ben sei piloti di Formula Uno guadagnano più di dieci milioni, e due proprio quadruplicano la suddetta cifra, ma gli altri quattordici quanto percepiscono? Diciamo che nove guadagnano comunque molto bene e cinque piuttosto poco se consideriamo dove sono arrivati.

I ferraristi Charles LeClerc e Carlos Sainz percepiscono dal Cavallino Rampante rispettivamente 9 milioni il primo e 7 milioni il secondo, tanto quanto lo spagnolo di Ferrari percepiscono anche Valtteri Bottas e Lance Stroll, Sergio Perez si accontenta di 6 milioni, poi c’è Kevin Magnussen con 4.8 milioni, a 4 milioni l’anno troviamo George Russell, Esteban Ocon e Pierre Gasly.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Chiudono la classifica i giovani, i rookie e i sempre ultimi piazzati: Alex Albon con 1.5 milioni, Guanyu Zhou, Nicholas Latifi e Mick Schumacher con 730 mila sterline e per ultimo Yuki Tsunoda che percepisce “solo” 365 mila sterline l’anno.