Pioli deluso, il Milan perderà lo Scudetto? Una statistica li butta giù

Ha del clamoroso quanto sta accadendo al Milan: il ritardo sul Napoli è sempre più netto e c’è un dato che sta buttando giù i milanisti.

Nonostante siano campioni d’Italia in carica al Milan non sono affatto in corsa per lo Scudetto. Questo era impensabile questa estate, d’altronde da campioni il Milan era considerato ovviamente il favorito ma qualcosa non ha evidentemente funzionato. I rossoneri di Pioli sono a -8 dal Napoli e nel Milan c’è un problema evidente con la finalizzazione dell’azione.

Stefano Pioli
LaPresse

Se questa estate ci avessero detto che il Milan avrebbe in parte bucato la stagione e che il Napoli avrebbe preso la testa della classifica sin da subito, beh… non ci avremmo creduto. Stefano Pioli è un bravo allenatore ed il Milan un’ottima squadra, eppure qualcosa gli sta sfuggendo. Il Napoli ad oggi, quindicesima giornata, guida la classifica a 41 punti e stacca il Milan di ben otto lunghezze.

Se la difesa del Milan fin qui ha retto, subendo 15 reti, il vero problema lo rappresentano le 29 reti fatte. Siamo davanti ad una situazione paradossale: i rossoneri giocano bene, subiscono poco e segnano il giusto, ma per vincere lo Scudetto “il giusto” non basta.

Cosa manca dunque ai rossoneri per finalizzare meglio la loro azione e segnare quelle reti in più che colmerebbero il gap col Napoli? Leao ha la velocità, Messias il dribbling, Giroud la presenza, De Ketelaere la fantasia e Rebic la fisicità… manca qualcosa, no? Ebbene sì, i colpi di testa.

Nonostante Ante Rebic, Rafael Leao, Zlatan Ibrahimovich, Olivier Giroud e i centrali difensivi, tutta gente strutturata, questa squadra non segna mai di testa. I rossoneri non sono abili nel gioco aereo e questo problema Stefano Pioli può risolverlo: c’è un motivo se è tra gli allenatori più pagati del campionato, nonché campione in carica.

Pioli deve rialzare il Milan: come può cambiare le cose?

Stefano Pioli ci sta lavorando, sa bene di questo problema tecnico e tattico del Milan e interverrà al più presto per risolverlo. Ha una sosta intera per elaborare un piano che permetta al Milan di finalizzare in modo più variopinto, efficace e meno prevedibile l’azione offensiva.

Ad oggi pare, secondo alcuni spifferi non confermati da Milanello, che l’intenzione del tecnico dei rossoneri sia quella di far affluire più centrocampisti in area quando la palla è in posizione laterale. Così facendo i cross dalla fascia vedrebbero almeno cinque uomini ad occupare l’area, mai di meno, garantendo maggior presenza e più chance di segnare.

Il tutto ovviamente sguarnirebbe un pochino la fase difensiva: se uno crossa e cinque occupano l’area significa che rimangono solo quattro giocatori a guardia di difesa e centrocampo. Per ovviare a questo problema Pioli starebbe pensando di difendere più alti, così da togliere un primo spazio agli avversari in transizione se i cross dovessero esser recuperati.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Può essere questa la mossa giusta? Non lo sappiamo, bisogna aspettare e vedere ma Stefano Pioli sa quel che fa ed il Milan è un ottimo team: ne verranno fuori alla grande trovando la soluzione. Anche perché non si può sentire di una squadra che non ha mai segnato di testa in tutto il campionato!