Ferrari flop, le gravi conseguenze: ecco chi sarebbe pronto a lasciare

L’ennesima figuraccia delle Ferrari a Baku costerà il posto all’ingegner Mattia Binotto: al suo posto è bagarre tra due sostituti di livello.

Una delle figure più importanti di una scuderia della Formula Uno è il Team Principal, vera e propria figura madre delle scuderie sulla quale pesano le sorti, i risultati, gli errori e le vittorie. Proprio la figura del Team Principal in Ferrari in queste ore, stando ai rumor, rischia seriamente il licenziamento e si rumoreggia già sul sostituto: in lizza ci sono due grandi nomi. Mattia Binotto sembra avere le ore contate.

crisi Ferrari
LaPresse

Altri due ritiri a Baku per le Ferrari e questo non va bene. La Red Bull di Max Verstappen continua a macinare punti su punti e ora si è portato a più trentaquattro lunghezze su Charles LeClerc, mentre la Ferrari è in piena crisi di risultati ed i problemi alle vetture continuano a presentarsi con pericolosa regolarità.

La discontinuità dopo un promettentissimo inizio sta buttando giù il morale di piloti e tifosi, mentre i vertici della Ferrari sembrano aver deciso per un cambio di rotta a fine stagione: stando ai rumor, Mattia Binotto saluterà a fine stagione dopo sei anni in Ferrari e tre da Team Principal.

Per un Binotto che se ne potrebbe andare, qualcuno dovrebbe sostituirlo: stanchi di perdere in Ferrari è tempo di calare l’asso ed i vertici di Maranello sembrano pronti a scegliere su una rosa sfogliata e ridottasi a due nomi.

I nomi in gioco per il ruolo di prossimo Team Principal Ferrari sono quelli di Günther Steiner di Haas e Christian Horner di Red Bull, entrambi storici membri delle rispettive scuderie. Steiner è in Haas dal 2014 mentre Horner è a capo di Red Bull da quasi diciotto anni, essendo entrato nel 2004, scuderia che ha portato a numerosi successi avendo vinto quattro titoli piloti e costruttori consecutivi con Sebastian Vettel nella monoposto e uno piloti l’anno scorso con Verstappen.

Mattia Binotto silurato da Ferrari? Tutta la verità

Non pensiamo siano veri questi rumor, crediamo che Mattia Binotto goda di estrema fiducia tra i vertici di Ferrari ma indubbiamente c’è bisogno di vedere miglioramenti nel breve periodo o le cose potrebbero effettivamente complicarsi.

Sicuramente il nome di Günther Steiner è apprezzato e potrebbe lasciare Haas per migrare altrove, ma difficilmente approderà in Ferrari a meno che Binotto e Ferrari non continuino a combinarle grosse da qui a fine stagione ma c’è fiducia circa imminenti miglioramenti della rossa.