F1, pugno duro: 6 piloti retrocessi in griglia di partenza, ecco quella nuova

Occasione enorme per le W13 di Mercedes: a Spa, nel GP del Belgio, addirittura sei piloti verranno retrocessi in griglia per cambi di motore.

Caos al Gran Premio del Belgio: in quel di Spa la griglia verrà stravolta da una serie di penalità per cambi di motore o sostituzioni di componenti alle Power Unit e addirittura ben sei piloti verranno mazzolati dal regolamento venendo infine retrocessi nelle ultime file della griglia. Luce verde dunque per Mercedes che non adopererà alcun cambio e si presenterà con Hamilton e Russell affamati e combattivi.

Mercedes
LaPresse

Inizia subito nel più grande dei caos uno dei Gran Premi più attesi dell’anno, quello che si correrà a Spa-Francorchamps nel circuito belga definito “L’Università della Formula Uno“, e questo perché col congelamento delle componenti e delle Power Unit che verrà imposto dal primo di settembre inevitabilmente le scuderie sono corse ai ripari adoperandoli in via definitiva tutti ora nell’ultimo weekend di corse prima del divieto imposto dal regolamento.

A Spa saranno addirittura sei le scuderia che, per altrettanti piloti, adopereranno sostituzioni di componenti fondamentali del motore o sostituiranno per intero le Power Unit e parliamo di Ferrari, Red Bull, BWT Alpine, McLaren, Alfa Romeo e Haas, rispettivamente sulle monoposto di Charles LeClerc, Max Verstappen, Esteban Ocon, Lando Norris, Valtteri Bottas e Mick Schumacher.

Questi cambiamenti forzati oltre il consentito di due sostituzioni a stagione porteranno a penalità che vedranno i sei piloti in questione retrocedere di venti posizioni, accomodandosi tutti nelle ultime tre fili e nei sei posti finali in griglia. Spa è un circuito difficile e pertanto anche le rimonte non sembrano una passeggiata, a maggior ragione se già in coda ti ritrovi a combattere con avversari di primissimo livello.

Tutta questa situazione gioverà ai due secondi piloti di Ferrari e Red Bull, cioè Carlos Sainz e Checo Perez, che potranno sfruttare l’assenza dei compagni di scuderia considerati le prime guide dei rispettivi team per battagliare per le prime posizioni… ma non saranno i soli a farlo, perché da tutto questo caos di questa mega equazione che vede la purga del regolamento e i sei piloti retrocessi in griglia è scappata una variabile: le Mercedes, in netta ripresa e con la chance e la voglia di portarsi a casa una vittoria.

Luce verde per Mercedes: nel GP del Belgio per vincere

Niente scuse, Toto Wolff ha fiutato la chance di combinarla grossa a Spa e vuole andare fino in fondo: senza LeClerc e Verstappen in mezzo i compagni di squadra Sainz e Perez saranno più esposti e vulnerabili, pertanto sarà più semplice per le W13 fare gioco di squadra e battere gli avversari.

Lewis Hamilton e George Russell sono cresciuti moltissimo insieme alle loro monoposto rispetto agli inizi di stagione quando le W13 non performavano minimamente, ora le Frecce d’Argento sono più competitive e con la strada spianata a Spa si pregusta già l’odore di potenziale doppietta Mercedes.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

La Formula Uno comunque rimane uno sport imprevedibile, perciò meglio non fare troppe previsioni e pronostici.