Ferrari, mossa a sorpresa: al GP di Austin scenderà in pista un altro pilota

La Ferrari vara una mossa a sorpresa: nel GP di Austin uno tra Sainz e LeClerc siederà in panchina per far posto al giovane terzo pilota.

Come un fulmine a ciel sereno la Ferrari annuncia che al Gran Premio d’America, quello che si correrà ad Austin, scenderà in pista il giovane terzo pilota della scuderia prelevato un anno fa da Prema Racing quando disputò un ottimo campionato di Formula Due piazzandosi secondo. Chi siederà in panchina tra Sainz e LeClerc e come la prenderà?

Ferrari
ANSA Foto

Il sogno di tutti i bambini che si appassionano alle quattro ruote è quello di arrivare a guidare per la Ferrari un giorno, e questo sogno lo predisse tanti anni fa Enzo Ferrari quando appunto disse che qualsiasi bambino disegnerebbe rossa una macchina perché immediatamente l’associa al marchio di Maranello.

Guidare per la Ferrari è sempre stato il sogno di Robert Shwartzman, giovane talento classe ’99 membro della Ferrari Driver Accademy e campione del Toyota Racing nel 2018 e della Formula Tre nel 2019.

Oggi Shwartzman è un prezioso elemento della scuderia Ferrari, non solo perché è un terzo pilota giovane e affidabile ma anche perché ricopre il ruolo di test driver, ed in quel di Austin scenderà in pista durante la prima sessione di libere a bordo della F1-75 sostituendo proprio uno tra Charles LeClerc e Carlos Sainz.

Un sogno che si avvera, il pilota russo ha esternato tutta la sua felicità sui social network e l’account ufficiale Instagram di Ferrari sono giorni che posta contenuti su di lui per caricarlo e applaudirlo. In Ferrari si fidano molto di Shwartzman e quell’aria da bambino l’ha subito fatto entrare nelle grazie dei tifosi della rossa di Maranello.

Ma come lo prenderanno il panchinamento i piloti titolari di Ferrari? Più che bene, è usanza ed è anche legge in Formula Uno far partecipare ad almeno una sessione di prove libere un giovane rookie o il pilota di riserva facendo riposare i titolari, perciò da Sainz e LeClerc nessun problema.

Ferrari, quanti giovani piloti: quale futuro per la scuderia di Maranello?

Al momento sono tanti i piloti della Ferrari Driver Accademy impegnati tra F1, F2 ed F3: Robert Shwartzman, Mick Schumacher, Arthur LeClerc, Oliver Bearman e altri quattro giovanotti impegnati nelle categorie inferiori.

Quale futuro spetterà a questi giovani virgulti? Difficile a dirsi, ma verosimilmente Shwartzman rimarrà terzo pilota anche nella prossima stagione mentre LeClerc II e Bearman saliranno in F2 a farsi le ossa, forse la grana più grossa ad oggi la rappresenta Schumacher Jr.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il figlio del grande Kaiser Michael non sa che pesci prendere: rimanere in orbita Ferrari o spiccare un volo indipendente? Non sa se rimanere ancora nelle scuderie satellite di Haas o Alfa Romeo, oppure lasciare la Ferrari Driver Accademy e andare a guidare monoposto per altre scuderie ma questo significherebbe tagliare i ponti con Maranello.