Bottas duro contro i rivali: “Serve una penalità forte che li danneggi!”

Bottas non perdona i rivali in F1 rei di imbrogli in bilancio e chiede sanzioni dure che li danneggino: il Costruttori 2021 grida vendetta.

Ennesimo feroce attacco sferrato ai danni di Red Bull da parte di uno dei protagonisti del circus della Formula Uno: il caso del broglio in bilancio da parte della scuderia austriaca tiene banco quotidianamente e viene affrontato con estrema durezza da tutti quelli che vorrebbero pene severissime contro il team capeggiato da Christian Horner. Questa volta è toccato a Valtteri Bottas chiedere sanzioni esemplari e non ci è andato giù leggero.

Valtteri Bottas
LaPresse

Ciclicamente qualcuno in Formula Uno tenta il colpo gobbo pensando di farla franca ma gli occhi vigili della FIA, quando gli pare e piace, hanno colto in flagrante numerosi furbetti: le infrazioni tecniche di Tyrell nel 1984, il secondo serbatoio della BAR del 2005, il caso Mercedes-Pirelli del 2013, il Crashgate di Renault del 2008 e lo Spygate di McLaren del 2007.

Insomma, gli scandali nella storia della Formula Uno si sono sprecati e non accennano a fermarsi visto che ci risiamo: come noto la Red Bull è stata pescata in fuorigioco di circa due milioni di euro in eccedenza, ora si aspettano le sanzioni da parte di FIA ma pare non saranno nulla di così eclatante.

In molti si sono espressi contro Red Bull, praticamente tutti, ma in particolar modo i membri del team Mercedes che nel 2021 hanno sì vinto il titolo Costruttori ma hanno perso il titolo Piloti proprio contro un Verstappen che a quanto pare correva su una monoposto i quali aggiornamenti provenivano da investimenti irregolari.

Questa volta tra i membri di Mercedes 2021 è toccato a Valtteri Bottas attaccare Red Bull, nonostante ora sia un pilota di Alfa Romeo, ma un anno fa correva per le Frecce d’Argento al fianco dell’amico Lewis Hamilton che anch’esso ci è andato giù pesante contro la scuderia austriaca.

Valtteri Bottas forse ci è andato giù più duramente di tanti altri, d’altronde Woodman è un uomo tutto d’un pezzo che si è sempre esposto in favore del rispetto delle regole e lui stesso in pista si è sempre comportato egregiamente, a differenza di tanti suoi colleghi.

Bottas chiede severità: “Penalità che danneggi Red Bull!”

Nella consueta conferenza stampa pre gara che si tiene solitamente tra il giovedì ed il venerdì i piloti si sono espressi, tra i tanti argomenti, anche circa il caso sforamento del Budget Cap da parte di Red Bull.

Valtteri Bottas come detto ci è andato giù duramente ed in merito si è espresso con le seguenti parole: “Spero che arrivi una sanzione severa, le regole sono regole, serve una penalità forte che li danneggi davvero. Anche pochi milioni possono fare una grande differenza“.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Ma saranno severe queste penalità? Difficilmente, FIA inizialmente parlò di “sanzioni soft” e col passare dei giorni pare queste penalità siano sempre meno spaventose: nelle ultime ore si è rumoreggiato circa potenziali riduzioni di ore di test e abbassamento del futuro tetto di spesa… insomma, non un grosso danno come invece speravano Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.