Terremoto in Formula 1: c’entrano Verstappen e Leclerc, le conseguenze

Verstappen e Leclerc, durante tutta la durata della stagione, hanno oscurato i loro avversari. Mai è esistito un dominio così netto.

Verstappen e Leclerc, per l’ennesima stagione, non hanno avuto alcun problema a imporsi sui loro avversari. Per quanto alcune gare siano state concitate, una corsa simile non si era mai vista. Così, a stagione ormai conclusa, si possono tirare le somme.

Verstappen e Leclerc
Ansa Foto/La Presse

Quando si parla di due piloti del genere, è doveroso tenere in considerazione come l’auto sia molto importante. Per quanto un professionista possa avere mezzi tecnici importanti, non esiste mezzo più importante di quello che guida.

Per quanto possa sembrare un’aforisma di poco conto, in realtà è una triste verità. “Triste”, ovviamente, posto fra virgolette. In realtà, è del tutto normale che sia così. In un settore nel quale è il team a fare la differenza, non può che funzionare in questo modo.

Considerata inoltre la differenza che possono fare i mezzi di cui i piloti sono dotati, che le cose funzionino in questa maniera è quasi conseguente. Ed effettivamente, il gap tra Red Bull e Ferrari è sempre stato netto. Sorprendentemente, in maniera inversa.

La Rossa, infatti, storicamente non ha (quasi) mai avuto a disposizione una macchina del genere. I deficit, di fatti, sono da ricercare altrove. Così come, di conseguenza, le responsabilità da imputare ai relativi insuccessi maturati.

Si è parlato spesso e volentieri della differenza tra l’olandese e il monegasco. O per meglio dire, delle differenze. Due fuoriclasse del genere, per quanto possa sembrare strano, risultano ad oggi agli antipodi. Anche se non in proporzioni massive, chiaramente.

Ciò che si è verificato durante la stagione appena trascorsa, è stata quasi una sorta di corsa a due. Con il resto dei piloti che, spesso e volentieri, sono stati oscurati. Tuttavia, perlomeno dal loro punto di vista, le colpe sono poche.

Verstappen e Leclerc dominano le gare: fan in visibilio

Nel dominio stagionale di Verstappen e Leclerc, in realtà, si può intravedere anche un elogio alla meritocrazia. Una dimostrazione di come, in caso di esiti diversi, la magia non sarebbe stata la stessa. Come giustamente sottolinea questo post divulgato su Twitter.

Verstappen e Leclerc tweet
Twitter

La gara che si è disputata nel torrido terreno di Abu Dhabi, ha avuto modo di confermare ciò che si è visto durante tutto l’anno. Ovvero, un dominio quasi incontrastato, che ha sempre visto i rispettivi fuoriclasse citati a dirigere il corteo.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il prossimo anno, probabilmente, si vedranno anche altri concorrenti pronti ad insidiare i due piloti. Qualcuno, nei commenti, si è già sbizzarrito con qualche nome effettivamente di un certo spessore.