Juventus, lite furibonda in allenamento: vengono alle mani

La Juventus non sta vivendo di certo una stagione felice, con la situazione che rischia di degenerare da un momento all’altro nella squadra.

A Torino l’obbiettivo è sempre stato quello di ottenere i migliori risultati possibili, per questo motivo c’è sempre stata la voglia della società di poter realizzare il maggior numero di risultati utili nel corso degli anni, con i bianconeri che hanno cercato di mantenere ben saldo uno spogliatoio che sembra però essere ai ferri corti.

Massimiliano Allegri Juventus (Ansa Foto)
Massimiliano Allegri Juventus (Ansa Foto)

I bianconeri della Juventus sono la squadra più blasonata d’Italia ed è una di quelle che ha sempre cercato di mettere in ordine i conti di uno spogliatoio che ha dovuto essere sempre e comunque uno di quelli tra i più ligi alla disciplina di tutto il Belpaese.

Max Allegri però ha dovuto già nella finale di Cardiff di Champions League del 2017 dover mettere in ordine tutta una serie di problemi interni, con Leonardo Bonucci e Paulo Dybala che sono arrivati alle mani, tanto da mettere probabilmente in serio rischio la vittoria finale, visto il crollo nella ripresa di Madama.

Bonucci e Dybala a Cardiff: che botte in casa Juventus

Quella di Cardiff è sicuramente una delle nottate più difficili e complicate della storia recente dei bianconeri, anche perché erano in molti a essere convinti che la Juventus avrebbe finalmente sfatato il mito Champions League.

Purtroppo però la situazione è andata via via peggiorando sempre di più, tanto è vero che la Signora è crollata sempre di più nel secondo tempo della finale con il Real Madrid, perché la tensione era alle stelle e così si è passati dall’essere sull’1-1 a perdere per 4-1, con Bonucci e Dybala che l’avranno sempre sulla coscienza.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Insomma, un’annata davvero storta per la Juventus che adesso non dovrà fare altro che rimboccarsi le maniche e pianificare al meglio la prossima stagione, con una certezza assoluta: la Joya non ci sarà più. Un addio pesante che, tuttavia, dovrà necessariamente essere colmata.